Home Attualità MULTE ‘INGIUSTIFICATE’ SULLA SP231: IN ARRIVO UNA SERIE DI RICORSI

MULTE ‘INGIUSTIFICATE’ SULLA SP231: IN ARRIVO UNA SERIE DI RICORSI

1428

Fioccano sanzioni salatissime, dalle cinquanta alle migliaia di euro, per gli automobilisti che transitano sulla strada provinciale 231, all’altezza di Terlizzi, penalizzati per essere stati immortalati dall’autovelox. Ma, di quest’ultimo non è presente alcun cartello di segnalazione, in più i cartelli di presegnalazione sono assolutamente illegittimi.

Tantissime le segnalazioni dei viaggiatori multati che hanno espresso il loro disappunto sui loro profili social generando un acceso dibattito sulla questione. In favore degli stessi, alcuni avvocati hanno preso a cuore il delicato problema portando avanti una serie di ricorsi che, in certi casi, hanno decretato la nullità delle sanzioni stesse.

Dalla nota pubblicata dall’avv. Pieraldo Capogna si evince che il verbale emesso è affetto da almeno quattro vizi di nullità: 1) vizio su segnaletica stradale di segnalazione e presegnalazione autovelox (è abbastanza nascosta); 2) posizione degli Agenti Accertatori (si trovano su una complanare ad effettuare rilievi a distanza su una strada diversa, ovvero l’attigua SP231); 3) l’autovelox la maggior parte delle volte è nascosto dalla stessa macchina/furgone della Polizia e non è visibile; 4) manca nel verbale l’indicazione del decreto prefettizio di autorizzazione alla Polizia Locale a poter effettuare rilievi sulla SP231.

Si possono proporre due ricorsi: entro 60 giorni dalla notifica al Prefetto di Bari (costo Euro 50,00); entro 30 giorni al Giudice di Pace di Trani (costo Euro 100,00). Nel caso in cui il Prefetto rigetti il ricorso (basta l’accoglimento di uno solo dei 4 vizi per vedere annullata la multa), la sanzione raddoppia ed occorrerà presentare successivamente (ed entro 30 giorni) ricorso al Giudice di Pace di Trani.

Anche in caso di proposizione di ricorso, occorre comunque effettuare la comunicazione dei dati del conducente alla Polizia: la decurtazione dei punti sarà sospesa in attesa dell’esito del ricorso.

In caso di conferma dell’incarico, occorrerà recarsi presso il suo ufficio (Avvocato Pieraldo Capogna, Viale Cadorna n. 12/N, 70033 Corato BA – dal lunedì al venerdi dalle 16.00 alle 19.00 tranne il giovedì, chiedere della Dott.ssa Virgilio) per la firma del mandato e la consegna del verbale unitamente a copia del documento di identità e codice fiscale (in caso di società anche visura camerale).

Per i verbali in cui è disposta la sospensione della patente, il costo non è quello indicato. Occorre fissare un appuntamento dedicato.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome