Home Cultura Il Modellismo: un’altra storia dell’arte

Il Modellismo: un’altra storia dell’arte

228

I modellini affascinano da sempre intere generazioni e sono finiti col diventare una vera e propria passione per collezionisti e amatori, che da oggi si danno appuntamento alla tredicesima edizione della Mostra – Concorso biennale “L’Arte del Modellismo”.
La rassegna è promossa dall’Associazione Pro loco di Ruvo di Puglia in collaborazione con il “Centro Modellistico Barese” sotto l’alto patrocinato dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale – Valorizzazione Beni Culturali, Puglia Promozione, Comune di Ruvo di Puglia – Assessorato alla Cultura e Turismo, UNPLI Puglia, Coordinamento Italiano del Modellismo Statico, Associazione Nazionale Carabinieri “Dino Stasi” Sez. di Ruvo di Puglia.


La mostra è allestita per la prima volta presso l’Auditorium della Scuola Secondaria Statale di I grado “Cotugno-Carducci-Giovanni XXIII (Via Madonna delle Grazie,10).
La Pro Loco e l’organizzatore e curatore della rassegna, Pino Lovino, ringraziano il Dirigente Scolastico Prof. Francesco Catalano per la particolare disponibilità e sensibilità nel concedere lo spazio e quanti hanno collaborato e contribuito ognuno per le proprie competenze e conoscenze per la parte organizzativa e
l’allestimento.
La Mostra è stata inevitabilmente ridimensionata rispetto agli anni precedenti, ma ha conservato il suo aspetto di valorizzazione dei talenti dei giovani artisti, uniti dalla passione per la ricerca storica – culturale a supporto delle loro realizzazioni.
Fino a domenica 4 ottobre si potranno quindi ammirare le riproduzioni di galeoni e velieri, diorami ferroviari, automobili, plastici e riproduzioni animate di cantieri stradali, vere e proprie opere d’ingegneria in miniatura di quotati modellisti provenienti da ogni angolo della penisola.
La giuria effettuerà la scelta dei modelli vincitori che saranno premiati nella giornata di domenica.
C’è chi considera il modellismo un’arte, chi artigianato ad alto livello, certo necessita di grande passione ed enorme pazienza.
Pino Lovino, organizzatore e curatore sin dalla prima edizione della Mostra – Concorso le ha entrambe, dedicandosi al modellismo sin dall’adolescenza. Ha sempre saputo aggiungere agli impegni famigliari e di lavoro la passione per i suoi hobby e una enorme generosità al servizio del volontariato. Si potrebbe dire che gli hobby e il volontariato, a volte, non sono sempre scindibili.
I modelli, che lui preferisce chiamare “diorami”, sono riproduzioni in scala ridotta di un ambiente, di un paesaggio, di un’imbarcazione, di avvenimenti storici.
I materiali usati sono i più diversi: dal compensato al polistirene, dalla polvere ceramica al polistirolo, dalla gomma di silicone al legname “vecchio” di recupero per gli ambienti d’epoca. Tutte le parti dell’opera sono rigorosamente fatte a mano.
Le capacità e le competenze lavorative di modellista dei partecipanti sono preziose sia per tutti i modellisti sia per le persone che, per la prima volta, si avvicinano al mondo del modellismo.

Ad arricchire l’evento, una mostra di vignette, ovvero un viaggio nel tempo attraverso la satira raccontata in 50anni tra le pagine del periodico de “il rubastino” rappresentata dai personaggi, costumi e temi che hanno caratterizzato mezzo secolo di storia della città di Ruvo di Puglia.
La rassegna svela la parodia come strumento non solo per divertire, ma anche per raccontare in modo immediato la storia.
L’esposizione, forzatamente una piccola selezione, a cura del Prof. Domenico Scarongella, intitolata “La satira politica nel rubastino” percorrere un sorridente, talvolta irridente, itinerario di un’arte a lungo considerata ‘minore’ che non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
La mostra è una sorta di “safari” nei temi dell’umorismo e dell’ironia. Un safari divertente, ma non futile, dove emergeranno i personaggi che hanno caratterizzato gli ultimi 50 anni di storia politica della città di Ruvo di Puglia visti dalla lente divertente della satira e dell’umorismo.
Durante il corso della manifestazione sono previsti cilici di visite guidate alla città promossi dall’associazione Pro Loco, al fine di far conoscere e promuovere le bellezze del luogo ai modellisti iscritti al concorso.
Programma della manifestazione:
sabato 3 ottobre
– ore 18.30 cerimonia di inaugurazione della mostra-concorso
domenica 4 ottobre
– ore 16:00 cerimonia di premiazione
– ore 17:30 chiusura esposizione
L’esposizione sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito nella giornata di sabato 3 dalle ore 18.00 alle ore 21.00; domenica 4 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30.

Antonello Olivieri

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome