Home Palazzo Avitaja CHIECO: “ASSISTENZA DOMICILIARE PER CITTADINI NON AUTOSUFFICIENTI SOLI A CAUSA DEL COVID-19,...

CHIECO: “ASSISTENZA DOMICILIARE PER CITTADINI NON AUTOSUFFICIENTI SOLI A CAUSA DEL COVID-19, UN TRAGUARDO IMPORTANTISSIMO”

379
“Con gioia posso dare una notizia che molte famiglie ruvesi attendevano da tempo: dopo tanto lavoro, attraverso l’Ambito Territoriale riusciamo finalmente ad attivare nella nostra città il “Servizio di Assistenza Domiciliare Straordinario COVID-19” rivolto ai cittadini con disabilità, anziani o non autosufficienti che si trovino soli a casa perché positivi al Coronavirus, in isolamento fiduciario in attesa di tampone o in quarantena perchè a contatto con persone positive al virus”, lo comunica il sindaco Pasquale Chieco sulla sua pagina facebook.
“Per questi cittadini- prosegue il Sindaco – sarà possibile ricevere direttamente presso la propria abitazione supporto per l’igiene e la cura della persona e un aiuto domestico (riordino del letto e della stanza, pulizia e sanificazione dei servizi igienici, rimozione rifiuti). Il servizio, completamente gratuito, sarà fornito dalla Cooperativa Sociale “Solidarietà” e può essere richiesto direttamente dal cittadino interessato, da un suo familiare o dal medico di riferimento all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Ruvo di Puglia telefonando al numero 080/9507417”.
“E’ inoltre – continua Chieco – attivo H24 il numero 3480743371 per la pronta reperibilità.
Si tratta di un risultato importante per raggiungere il quale la nostra Amministrazione ha lavorato intensamente e con grande impegno e che voglio dedicare alle tante famiglie ruvesi che in questi mesi mi hanno scritto o contatto per segnalarmi situazioni particolarmente critiche (a volte drammatiche) di persone non autosufficienti sole e positive al virus: da oggi riusciremo a offrire a tutti loro il supporto di cui hanno bisogno.
Ma l’attivazione di questo servizio scrive anche una bella pagina di collaborazione tra i Comuni dell’Ambito: tutti abbiamo condiviso la necessità di intervenire a sostegno di queste situazioni di fragilità creando un servizio completamente nuovo e trovando una buona soluzione ad un problema molto complesso”.
“Il mio grazie – conclude il sindaco – agli uffici del Comune di Corato per avere sviluppato la procedura per conto dell’intero Ambito, ma ringrazio anche di vero cuore l’assessora

Monica Montaruli, senza la cui competenza non saremmo arrivati a questo traguardo”.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome