CHIECO: “IL MIO PENSIERO AI BIMBI E AI CIVILI”

“Come cittadino di un paese che ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà dei popoli e si impegna a operare per la pace e la giustizia fra le Nazioni, non posso che provare grandissima angoscia per le notizie che arrivano dall’Ucraina.
Come Sindaco il mio primo pensiero è per tutti i civili – particolarmente per le bambine e i bambini – che si trovano nelle zone teatro del conflitto e che in questo momento sono in pericolo”, è il commento del sindaco Pasquale Chieco sul conflitto bellico in atto.
“Questo conflitto, per quanto geograficamente lontano, ci riguarda in realtà molto da vicino; per ripercussioni che già stiamo vedendo nella nostra vita quotidiana, ma soprattutto perché i sentimenti di ansia e di paura che tanti esseri umani stanno provando in questo momento di non possono lasciarci indifferenti. Anche per questo penso che dobbiamo essere pronti e disponibili a sostenere gli sforzi e gli effetti (anche interni) delle sanzioni che l’Italia e l’Europa adotteranno come strumenti di pressione internazionale per far recedere la Russia e i suoi oligarchi dalle azioni belliche in atto contro il libero popolo ucraino”, conclude Chieco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: