UNA STORIA A LIETO FINE: IL SALVATAGGIO DEI METRONOTTE

Nota dei Metronotte di Ruvo di Puglia.

“Una storia finita a lieto fine, ma che avrebbe potuto avere un epilogo ben più tragico. Nelle prime ore della mattinata odierna un nostro utente chiama disperato in Centrale Operativa. Comunica che durante il suo lavoro è rimasto incastrato con le gambe nella fresa del suo trattore. Il nostro operatore che riceve la telefonata intuisce immediatamente la gravità della situazione. Invia subito sul posto la pattuglia più vicina ed allerta le altre due disponibili nella zona. Non c’è tempo da perdere. Giunti sul posto le nostre tre GPG trovano il trattore ancora in moto e la gamba del malcapitato incastrata. E’ stato necessario forzare il macchinario con delle grosse leve in ferro, da parte di tutti, per sbloccare la morsa e liberare la gamba.
Grazie alla tempestività e al sangue freddo delle nostre GPG, per il Sig. Cantatore, solo tanto spavento e qualche dolorino.
In tarda mattinata, il Sig. Cantatore, ha voluto ringraziare, di persona, tutti gli operatori con una lettera di elogio.
Ai nostri operatori, che ogni giorno si distinguono per il proprio operato, va tutta la nostra stima e ammirazione. Complimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: