Home Attualità UNA MARATONA DI LETTURA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

UNA MARATONA DI LETTURA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

310

Una maratona di lettura ad alta voce in giro per la città: nelle scuole, negli uffici, nei negozi, per le strade e nelle piazze sotto le luci d’artista e nello spirito di Ruvo Città che Legge e del progetto Città di Libereroi e Liberattori.


È questa la proposta che, in occasione della prossima Giornata della Memoria, l’Assessora alla Cultura del Comune Monica Filograno ha condiviso con la rete delle associazioni e delle scuole cittadine che aderiscono al Patto per la Lettura, che si stanno già attivando in questo senso, e che viene ora immediatamente aperta a tutta la città.

L’idea è quella di portare pagine e parole sulla memoria dell’Olocausto tratte da libri, canzoni, film, spettacoli teatrali, articoli giornalistici, testimonianze documentarie, nei luoghi del nostro quotidiano, interrompendo così il flusso delle nostre giornate, affinché con le parole lette a voce alta possano vivere anche solo per alcuni momenti i loro autori e per suscitare in tutti una riflessione sul nostro presente che parta dai temi celebrati ogni 27 gennaio.

Chiunque voglia partecipare, associazioni o singoli cittadini, gruppi formali e informali senza sigle politiche, può farlo rispondendo a questo invito e scrivendo una mail a info@leggoaruvo.it indicando nome, cognome, età, testo che si intende leggere ad alta voce, ora e luogo in cui si è disponibili a farlo.

É preferibile inviare la mail entro il prossimo lunedì mattina 20 gennaio ore 13, per consentire poi una buona organizzazione della giornata che sarà curata dalla direzione della Biblioteca Comunale in raccordo con la rete del Patto per la lettura.

“Questo momento di condivisione immaginato per la Giornata della Memoria – ha detto l’assessora– rappresenta in pieno lo spirito di “Ruvo città che legge”: più di una conferenza, lezione, spettacolo che si sceglie di andare a vedere o ascoltare, questa iniziativa genera la possibilità per chiunque si muova in città, di imbattersi in una testimonianza ad alta voce in un luogo magari insolito per questo, ma quotidiano per chiunque (il supermercato, il bar, l’ufficio postale).

Viviamo un tempo in cui ogni azione pubblica, soprattutto se fatta con spirito di condivisione, soprattutto se tocca temi importanti come quelli che la giornata della memoria porta con sé, è tanto necessaria quanto coraggiosa. Ringrazio fin d’ora tutti coloro che vorranno partecipare e che spero siano tanti e tante”.

A questa iniziativa, che animerà solo la giornata del prossimo 27 gennaio a Ruvo, si aggiungeranno le attività che scuole e associazioni hanno già in programma o stanno progettando e che possono essere inviate all’attenzione dell’Assessorato per ottenerne il patrocinio morale e l’inserimento nel programma che sarà stilato nei prossimi giorni su Giornata della Memoria e Giorno del Ricordo delle Foibe (rispettivamente 27 gennaio e 10 febbraio 2020).

Si prega di inviare anche queste proposte sempre entro la mattinata del 20 gennaio ore 13 agli indirizzi mail istituzionali dell’area politiche culturali o al protocollo centrale dell’ente.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome