Home Sport RUVO RITROVA “UOMO VOLANTE” E VITTORIA

RUVO RITROVA “UOMO VOLANTE” E VITTORIA

356
La sfida tra Talos Ruvo di Puglia e Scandone Avellino nella 5a giornata di Serie B OldWildWest 2019-2020 Foto: Donato Volpe

Lo sport è imprevedibile: nella domenica da “ex”, Simone Bonfiglio ritrova il feeling con il pubblico ruvese con una prestazione poco distante dalla versione top dell’Uomo Volante. Su tutti il più felice di questo sarà coach Patella che chiude a due la serie negativa battendo Nardò con il punteggio di 76-66. I salentini, invece, chiudono a quattro la striscia vincente di successi consecutivi, subendo il dominio ruvese a rimbalzo e una serata opaca al tiro.


“Uomo Volante”, appunto, per cancellare i momenti di black out della squadra di casa, capace di dominare le danze per tutta la contesa e di infilare il colpo decisivo nel finale. Un parziale di 16-2 negli ultimi tre minuti ha deciso la gara e creato il cuscinetto definitivo tra le due squadre.

Ottimo esordio per Daniele Dell’Uomo, bene Ruvo nella distribuzione dei possessi e nel continuare in maniera incessante a difendere in maniera intensa nell’arco dei 40’. La difesa, capitolo numero uno della filosofia firmata “Patella”, spesso permissiva nelle giornate fin qui disputate.

Parte bene la squadra ruvese con la tripla di Bini e il canestro di Bertocco (5-0), Bonfiglio prova l’allungo, l’altro ex di giornata, Zampolli, ricuce lo strappo (17-14). Si procede a elastico: Ruvo tocca il +9 con Laquintana, 35-26, Peroni e Azzaro siglano il -5 del 20’, 38-33.

Al rientro dagli spogliatoi domina Bjelic: due bombe in fila e gara che torna in equilibrio. Il primo sorpasso salentino lo firma Zampolli al 30’, 54-55.

Poi sale in cattedra Bertocco che dai 6.75mt concretizza quanto di buono fatto fino a quel momento dall’intera squadra. Ochoa è il punto di riferimento offensivo, giocatore capace di mettere in difficoltà gli avversari. De Leone e Bini fanno un ottimo lavoro a rimbalzo e coach Patella cambia tanto per provare l’assalto alla difesa a zona schierata da Coach Quarta. Nardò ha la forza di scappare via sino al 60-64: poi deve cedere sotto i colpi puntuali in lunetta di Laquintana e la bomba di Bonfiglio. Vince Ruvo, PalaPoli festante.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome