Home Cronaca PROCESSO DISASTRO FERROVIARIO: ASCOLTATE IN AULA LE TELEFONATE

PROCESSO DISASTRO FERROVIARIO: ASCOLTATE IN AULA LE TELEFONATE

215

Si è svolta ieri, 9 ottobre 2019, presso l’Aula Bunker del Carcere di Trani, l’udienza per il processo del disastro ferroviario avvenuto il 12 luglio 2016 sulla tratta ferroviaria Corato – Andria.

Dinnanzi al Collegio giudicante sono state ascoltate undici telefonate intercorse immediatamente prima e subito dopo lo scontro nel quale morirono 23 persone 51 ne rimasero ferite.

Tutte le cento telefonate intercorse tra il dirigente centrale operativo di Bari e i capistazione di Andria, Corato, Bitonto e Ruvo, a causa della loro difficile comprensione, saranno trascritte da un perito nominato dalle Procura.

L’udienza è proseguita con l’audizione in aula dei testimoni citati dall’accusa, tra i quali Stefano Benedetto, capostazione di Andria, in servizio nel turno successivo a quello del collega Vito Piccarreta, indagato nel procedimento penale in parola che, secondo la ricostruzione accusatoria, diede il via libera al treno partito dalla stazione ferroviaria di Andria.

I testimoni, tra cui agenti della polizia scientifica e personale di terra delle anzidette stazioni, hanno illustrato le procedure di arrivo e partenza dei treni, oltre al sistema del blocco telefonico funzionante all’epoca dell’incidente e utilizzato dai capistazione per segnalarsi la partenza e l’arrivo dei treni.

Ascoltata anche la testimonianza dell’Ingegner Catino che estrapolò le informazioni dal database di Ferrotramviaria e che, subito dopo il disastro, studiò “Vision Train”, il sistema di tracciamento dei treni che, non utilizzando il satellitare ma la semplice rete GPRS, non era in grado di trasmettere la posizione dei mezzi in tempo reale.

La prossima udienza di terra, nell’aula bunker del carcere di Trani, il prossimo il 6 novembre.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome