"Nero come l’ebano. Il mondo delle forme tra materia e tecnica", mostra di arte grafica sperimentale a Ruvo di Puglia

“Nero come l’ebano. Il mondo delle forme tra materia e tecnica” è il tema della mostra d’arte grafica sperimentale nella quale, dal 7 al 28 maggio 2016, alla Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea di Ruvo di Puglia saranno esposte 50 opere realizzate da studenti e docenti delle Scuole di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Catania, con il Prof. Liborio Curione e i suoi collaboratori Salvo Ligama e Giuseppe Stissi, e della Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari con il Prof. Federico Martino, in collaborazione con il corso di Tecniche Calcografiche Sperimentali del Prof. Giuseppe Carlucci e con il contributo di Ricerca Scientifico/ Artistico Multimediale/ Sperimentale della Cattedra di Anatomia Artistica, Corso di Fenomenologia del Corpo della Prof.ssa Gabriella Larinà.

Gli artisti, attraverso tecniche incisorie e sperimentali, hanno espresso la stretta relazione tra la materia dell’Arte e la materia della Natura.

Le forme della Materia, attraverso il processo creativo dell’Artista e per il tramite della tecnica, mutano, si evolvono continuamente, danno vita alla “Poesia d’Azione”.

Durante il vernissage, che  avrà luogo sabato 7 Maggio alle ore 18,  il cantautore Davide Mangione presenterà il suo ultimo album “La ruota panoramica”, accompagnato dai musicisti Domenico Passidomo, al violino, e Adriano Segreto al pianoforte.

Si potranno ammirare le opere di  Katia Addese, Alessandra Afruni, Andrea Alfano, Floriana Bonanno, Rosa Carone, Aurelio Casieri, Mirella Cavallo, Ileana Colavitto, Francesco Paolo Cosola, Emanuele Costante, Sebastiano Ferraro, Roberta Grasso, Luisa Lafiandra, Assia Laineri, Antonella Lapolla, Rossana Latorrata, Angela Lazazzera, Cristyan Lenti, Claudia Leontini, Salvo Ligama, Chiara Loiudice, Giuseppe Magrone, Davide Mangione, Graziana Montagna, Floriano Palmirotta, Miriam Palumbo, Giulia Panarello, Fabrizio Petruzzella, Davide Pezzillo, Paolo Pizzuto, Amanda Profeta, Monica Rizzi, Asia Romaniuk, Giovanna Ruggieri, Raffaele Sarcina, Rossella Samperi, Elisabetta Serafino, Giuseppe Stissi, Antonella Spadavecchia, Pierdonato Taccogna, Arianna Tàlio, Tiziana Tedone, Michele Tota, Maria Angela Tripaldi, Clara Tumino, Ilaria Verone.
Il contributo di Ricerca Sperimentale/Multimediale a cura della Cattedra di Anatomia Artistica – Corso di Fenomenologia del Corpo – della Prof.ssa Gabriella Larinà, previsto per l’ 11 Maggio, confluirà mell’Evento “NikolArt. Luce e Materia, Tradizione e Innovazione”, dal 24 al 30 Maggio 2016 presso la Sala Murat a  Bari, tra i Laboratori dell’Accademia di Belle Arti di Bari.
L’intervento dal titolo: “Arte come genesi. L’accadere simultaneo di una pluridimensionalità” che prevede, inoltre, la proiezione del video “Barà. L’Arte è nel Principio”, si terrà, quindi, il 26 Maggio, 2016 alle h.19,00 nella stessa sede.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: