Cronaca

MONTA LA PROTESTA NEL PRESIDIO OSPEDALIERO: LAVORI MENTRE L’UTENZA ASPETTA, CAVI A CIELO APERTO

Nel PTA di Ruvo è in corso da circa un anno un corposo intervento strutturale e organizzativo che sta interessando gran parte dell’edificio. Si tratta di lavori per la messa a norma antincendio e dal punto di vista della sicurezza sui luoghi di lavoro, con beneficio per gli utenti e per gli operatori, che saranno conclusi entro il prossimo 30 novembre. La necessità di rispettare i tempi tassativi dettati dai finanziamenti FESR (ammontanti a circa 3,6 milioni) e la contemporanea esigenza di non privare la popolazione di servizi essenziali sta creando disagi agli operatori e agli utenti del PTA.

Mercoledì mattina è scoppiata la protesta nei corridoi collocati dinanzi al centro prelievo a causa della tanta polvere che ha inondato i presenti. Polvere, malintesi, locali abbandonati, problematiche legate alla sala da adibire per le radiografie per le dimensioni dei macchinari da collocare all’interno, controsoffitti rimossi e cavi a cielo aperto sono lo specchio di una situazione molto delicata a cui quotidianamente sono sottoposti sia i dipendenti che i fruitori dei servizi.

“Sul tema lavori-convivenza con il pubblico – spiega l’ente in una nota – ASL e Amministrazione comunale di Ruvo hanno agito in stretto accordo, sta comportando qualche ragionevole e temporaneo disagio per un intervento complessivo di grande impatto che, senza fermare alcuna attività, fra pochi mesi restituirà alla comunità un PTA completamente riqualificato dal punto di vista strutturale, funzionalmente migliorato e potenziato rispetto all’offerta sanitaria, oltre che in linea con i canoni di accoglienza del progetto regionale Hospitality”.

I lavori al primo piano sono ormai conclusi, quelli al secondo sono in via di completamento, la nuova sede della Farmacia è quasi ultimata, la centrale termica e quella elettrica completamente rinnovate, mentre al piano terra si sta attualmente lavorando per lo spostamento della Protesica, del Cup e dell’Anagrafe assistiti. “Altre attività – spiega l’ente – come vaccinazioni, Dipartimento di Prevenzione e CSM sono state temporaneamente spostate in strutture messe a disposizione dal Comune di Ruvo, così come la guardia medica, il 118 e il Serd, e su tutte sono state effettuate verifiche di idoneità con esito favorevole da parte dell’Area Tecnica, con modifiche e aggiustamenti laddove necessario”.

Verifiche positive, dunque, ma è logico constatare con mano l’impossibilità di far convivere porta a porta l’ufficio igiene e il Serd come ci hanno spiegato alcuni operatori che hanno sottolineato come siano cambiate le abitudine di chi frequenta il Serd, non più impiegato in attività pratiche.

A questo si aggiunge il trasferimento della Continuità assistenziale all’interno di locali del Centro Polivalente anziani “M.M.Spada” – Medihospes in uno stretto corridoio, angusto, umido, con muri bassi e pieni di muffa. “L’ambulatorio è stato trasferito – spiegano gli operatori della continuità assistenziale – nella casa di riposo con presenza di insormontabili barriere architettoniche, senza una adeguata aerazione per il ricambio dell’aria, con una porta finestra che funge da varco di accesso diretto al pubblico, senza una adeguata illuminazione, senza una sala d’attesa; insomma senza le caratteristiche minime di agibilità. L’ambulatorio è isolato telefonicamente. La stanza del riposo è stata collocata nel basso corridoio, senza areazione e pieno di muffa ubicato nel vecchio edificio senza una serratura funzionante per cui senza un minimo di sicurezza”. In attesa di consegnare un luogo riqualificato alla città, c’è ancora da stringere i denti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi