Cultura

IL METODO GLOBALISMO AFFETTIVO DI MICHELE PINTO, PROIEZIONE PRESSO L’AULA MAGNA DEL POLICLINICO DI BARI CON L’ON. MARCELLO GEMMATO PRESENZIARE

Sarà il Sottosegretario di Stato alla Salute, On. Marcello Gemmato a presenziare alla proiezione del cortometraggio “La casa delle letterine” che si terrà il prossimo 19 febbraio p.v., presso l’Aula Magna “G. de Benedictis” della Scuola di Medicina e Chirurgia del Policlinico di Bari, in occasione dell’evento formativo dal titolo “Strategie di Apprendimento e Disturbi del Neurosviluppo: il Metodo Globalismo Affettivo”, nato dalla collaborazione ormai decennale tra l’U.O.C. Universitaria dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e il fondatore del metodo di avvio alla letto-scrittura “Globalismo Affettivo”, il maestro De Lillo. Si tratta di un metodo di apprendimento rivolto soprattutto a bambini in età prescolare che utilizza la dimensione del gioco al fine di alimentare i processi di apprendimento e crescita globale grazie alla sintesi tra diverse dimensioni esperienziali (emotiva, sensoriale, linguistica, motivazionale, ludica, cognitiva, motoria). La struttura ludico-esperienziale, supportata dalla interazione tra mondo interno e mondo esterno e facilitata dall’impiego di devicetecnologici, rende il metodo del globalismo affettivo particolarmente adatto a stimolare l’apprendimento non solo nei bambini a sviluppo tipico, ma anche e soprattutto nei bambini con difficoltà e/o disturbi del neurosviluppo. 

L’evento formativo sarà articolato in due momenti: nel primo, l’ideatore Vito De Lillo presenterà il metodo su cui si basa il Globalismo Affettivo e sarà proiettato il cortometraggio “La casa delle letterine” con la regia di Michele Pinto. Seguiranno degli interventi tenuti da docenti di Neuropsichiatria Infantile della Scuola di Medicina dell’Ateneo barese con contributi scientifici volti a dimostrare l’applicabilità e l’efficacia del metodo del Globalismo Affettivo nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo: dal disturbo dello spettro autistico all’ADHD, dalla disabilità intellettiva al disturbo specifico dell’apprendimento, condizioni che, negli ultimi anni, rappresentano un vero e proprio allarme epidemiologico. Responsabile scientifica e moderatrice dell’evento sarà la Prof.ssa Lucia Margari, Direttrice Clinica di Neuropsichiatria Infantile del Policlinico di Bari.

La fiction vede nei panni del prof. Vito De Lillo, l’attore pugliese Francesco Tammacco, con una sceneggiatura scritta da Raffaele Tedeschi, Produzione filmica di Arcadia Kinema.

All’evento saranno presenti autorità e rappresentanti istituzionali del mondo educativo, accademico, sanitario.

L’evento è aperto a professionisti e specialisti dei diversi settori coinvolti nel processo di apprendimento di bambini con disturbi del neurosviluppo, nonché a studenti universitari dei corsi di laurea di Medicina e Chirurgia e delle Professioni Sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!