EMERGENZA SFRATTI: DALL’AMMINISTRAZIONE 100.000 EURO PER AIUTARE CHI CERCA CASA

Il Comune si fa garante per le famiglie sfrattate in cerca di una nuova sistemazione.

È questo il senso del provvedimento da 100.000 euro adottato dalla giunta su proposta dell’assessore al Benessere e alla Giustizia Sociale Nico Curci.

Il Comune erogherà contributi una tantum per aiutare le famiglie che non riescono a trovare casa. I contributi potranno coprire il deposito cauzionale, il costo della polizza fideiussoria a garanzia di regolare pagamento degli affitti per quattro anni, il premio dell’agenzia immobiliare che ha favorito il reperimento dell’alloggio o i primi tre mesi di affitto della nuova casa.

Ogni intervento potrà avere un importo massimo di 2.000 euro; l’erogazione avverrà nella modalità “a sportello” fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Possono accedere alla misura tutti i residenti nel Comune di Ruvo di Puglia soggetti a sfratti esecutivi anche per morosità colpevole o che abbiano ricevuto un’intimazione di sfratto per morosità e che non siano nelle condizioni di fornire garanzie al nuovo padrone di casa ovvero che abbiano bisogno di un deposito cauzionale per attivare un nuovo e regolare contratto di locazione.

Tra i requisiti per ottenere il contributo ci sono il possesso di un ISEE in corso di validità non superiore a 15.000 euro e l’assenza, nei sei mesi precedenti alla presentazione della domanda, di retribuzioni (stipendi, pensioni, RDC, RED) superiori alle somme riportate di seguito:

N° persone facenti parte del nucleo familiare Entrata nel semestre

 

1 € 4.000
2 € 5.600
3 € 7.200
4 € 8.800
5 o più componenti € 10.400

Il contributo sarà erogato direttamente al proprietario dell’immobile in caso di cauzione e versamento di canoni di locazione, alla compagnia di assicurazione in caso di polizza fideiussoria o all’agenzia immobiliare in caso di intermediazione.

“La questione del diritto alla casa anche per i cittadini con meno risorse – ha detto il Sindaco Pasquale Chieco – è centrale nel nostro programma. Come tanti Sindaci del Sud sanno bene, il tema del disagio abitativo sta assumendo negli ultimi anni dimensioni drammatiche: la pandemia ha peggiorato la condizione economica di molte famiglie e la fine del blocco degli sfratti ha amplificato il problema.

In situazioni di precarietà a volte bastano piccoli imprevisti o difficoltà momentanee per far precipitare le cose, anche a Ruvo di Puglia sono in aumento i nuclei familiari che scivolano in condizione di fragilità.

I venti alloggi popolari di prossima consegna su Viale Pertini non bastano assolutamente a soddisfare le esigenze della comunità e la realizzazione di nuovi immobili di edilizia pubblica, pure auspicabile, richiede tempi troppo lunghi.

Servono allora soluzioni per l’immediato che favoriscano l’occupazione dei non pochi alloggi attualmente sfitti in città.

Questo provvedimento nasce dall’ascolto quotidiano di tante famiglie, dai problemi e dalle difficoltà che queste ci segnalano, e si propone di intervenire proprio nel momento più difficile, quello della sottoscrizione di un nuovo contratto, fornendo le garanzie necessarie all’avvio della locazione.”

“Le famiglie che hanno subito uno sfratto – ha detto l’assessore Nico Curci – scontano spesso una condizione di fragilità economica che impedisce loro di trovare un nuovo alloggio in locazione. Attraverso questa misura di sostegno economico cerchiamo di intervenire nella fase del reperimento dell’alloggio. Il coinvolgimento delle agenzie di intermediazione immobiliare assicura la messa a disposizione di immobili in locazione che siano sicuri dal punto di vista strutturale e della sicurezza”.

La dotazione dell’intervento è garantita dal fondo governativo a favore dei Comuni per misure urgenti di solidarietà e sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche, in considerazione del perdurare dell’emergenza da Covid-19.

Le istanze vanno compilate online sul format disponibile sulla rete civica del Comune di Ruvo di Puglia.

C’è tempo fino al 30 settembre 2022.

Il Comune effettuerà i dovuti controlli circa la veridicità delle dichiarazioni

Qui il link con il format per presentare la domanda, il testo integrale dell’avviso e tutti i dettagli: https://www.comune.ruvodipuglia.ba.it/Novita/Avvisi/Contributi-canoni-di-locazione-2022-per-emergenza-Covid-19

Per ogni informazione è possibile contattare gli Uffici comunali via email all’indirizzo ssruvo@gmail.com o telefonicamente, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 10.30 e il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 16.30 al numero 080/9507417.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: