Home Cultura Conferenza Sagra del Fungo Cardoncello: presentato il programma e le novità della...

Conferenza Sagra del Fungo Cardoncello: presentato il programma e le novità della XV edizione

497

È stata presentata ieri mattina, nella sala conferenze del Museo del Libro in Palazzo Caputi, la quindicesima edizione della Sagra del Fungo Cardoncello a Ruvo di Puglia, evento che dallo scorso anno si è marchiato del titolo “Cardoncello on the Road”. Una nuova visione della sagra che, proponendo un vero e proprio itinerario tra le località (Poggiorsini, Minervino Murge, SpinazzolaRuvo di Puglia e Gravina in Puglia), spinge sempre di più alla valorizzazione delle tradizioni, della cultura e dell’enogastronomia.

Introduce la conferenza Luca Basso, addetto alla comunicazione del Comune di Ruvo di Puglia, che porge al pubblico i saluti dell’assessora Monica Filograno, assente a causa di un problema familiare. A prendere subito la parola è il presidente della Pro Loco Rocco Lauciello che presenta la manifestazione come un importante momento di promozione turistica del territorio che si consolida negli anni grazie al coinvolgimento delle località e alla collaborazione di enti ed istituzioni. Diversi sono i patrocini e i contributi ricevuti, come quelli del Comune di Ruvo di Puglia in primis, del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, della Regione Puglia, di Pugliapromozione, dell’UNPLI Puglia, dell’ASCOM Confcommercio, della Camera di Commercio di Bari e dell’Associazione Panificatori di Bari e Provincia.

I circa 85 stand, tutti disposti nel centro antico della città, coadiuveranno enogastronomia, antiquariato e vendita di prodotti agroalimentari, con l’obiettivo di esaltare il re della Murgia, il Fungo Cardoncello. A fare da contorno nelle due giornate di festa saranno le escursioni nel Parco dell’Alta Murgia, il cicloraduno Avis Bike, le numerose visite guidate, due mostre d’arte e la musica dal vivo. In occasione della sagra, infatti, i monumenti resteranno aperti sia in mattinata che in serata. Per questa edizione, due saranno i punti di degustazione (piazza Matteotti e piazza Le Monache) a cura dell’Istituto Alberghiero di Molfetta e dell’I.I.S.S. Aldo Moro di Trani.

Importante, ricorda Lauciello, è l’impegno dei tanti volontari Pro Loco e dei ragazzi dell’Alternanza Scuola Lavoro del Liceo Scientifico che, anche per quest’anno, daranno una mano concreta nell’organizzazione. Un modo questo per dare visibilità e opportunità ai più giovani, con l’intento di generare in loro la voglia e la possibilità di restare nel territorio, sentirlo proprio e valorizzarlo.

Un notevole ringraziamento è stato rivolto ai numerosi sponsor che, come ha sottolineato il comandante dei Vigili Urbani Salvatore Berardi, addetto alla viabilità e alla sicurezza, possono contare sulla visibilità che la Sagra del Fungo Cardoncello crea; un’occasione importante per dare una scossa all’economia cittadina e un criterio per dare spunto imprenditoriale agli operatori commerciali ruvesi.

Il comandante Berardi presenta il piano di viabilità e sicurezza come ormai collaudato a seguito di anni di esperienza e annuncia delle importanti novità. Le aree di sosta saranno spostate in zone più periferiche della città, in modo da permettere ai visitatori di osservare attraverso una piacevole camminata il territorio e, inoltre, permettere al centro cittadino di essere più libero e percorribile. Per chi invece non volesse raggiungere a piedi il centro, un trenino trasporterà i visitatori dalle aree parcheggio (via E. De Filippo, via Pertini angolo via dei Floricoltori, viale Cristoforo Colombo, via A. Volta, zona Pineta) a piazza Bovio. Tutte le aree sosta saranno presidiate dai dipendenti che operano in città per le soste a pagamento. Il parcheggio avrà un costo di 3 euro per l’intera giornata e di 2 euro per la mezza giornata, compreso il viaggio in navetta.

Berardi informa inoltre sul servizio d’ordine, puntigliosamente curato per offrire ai ruvesi e ai turisti estrema sicurezza. In servizio saranno la Polizia Locale, la Pubblica Assistenza Ruvo Soccorso e l’Associazione Polizia di Stato di Terlizzi. Due presidi di pronto soccorso saranno posizionati nei punti più esterni della sagra, mentre all’interno del percorso due squadre di soccorritori saranno munite di defibrillatori e cassetta di pronto soccorso. Il servizio di informazione, invece, sarà dettagliatamente curato dal personale della Pro Loco di Ruvo di Puglia con l’aiuto di alcuni volontari della Pro Loco di Corato.

Infine prende la parola Federica Lamura, curatrice dell’aspetto burocratico e ponte tra Pro Loco, SUAP e istituzioni, che presenta una fondamentale novità. A seguito della vincita del bando regionale sulle ecofeste, il Comune di Ruvo di Puglia ha presentato “Ruvo Plastic Free”, un progetto volto ad abbandonare l’uso della plastica e ad utilizzare dunque materiali riciclabili e biodegradabili. Gli espositori, a tal proposito, saranno forniti di un piccolo kit, simbolo di un movimento innovativo che, si spera nell’immediato, possa essere accolto dall’intera comunità. Ulteriore novità saranno gli spettacoli per bambini con l’intento di abbracciare sempre più ampie fasce di pubblico.

A terminare la conferenza è ancora una volta la parola del Presidente Lauciello che, con grande orgoglio ed emozione, augura alla città di vivere un intenso momento di festa in compagnia delle tipicità e della buona musica, consapevole dell’alta risonanza mediatica e della folta partecipazione turistica che anche quest’anno renderà Ruvo di Puglia bella da visitare.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome