Chieco: “Stasera sono rinato”

Una giornata indimenticabile quella di Pasquale Chieco, eletto nuovamente sindaco di Ruvo di Puglia con il 51,89% dei voti. Dopo cortei e festeggiamenti tra le piazze e le strade della città, Chieco e la sua coalizione sono saliti sul palco di Piazza Dante per il comizio di ringraziamento alla città e a tutti coloro che ne hanno sostenuto la candidatura.

Con l’introduzione musicale del cantautore Luca Mele si apre, dunque, il comizio di ringraziamento di Chieco e del centrosinistra.

“L’obiettivo che avevamo era uno, ed era Ninni Chieco”, dice Patrizio Spinelli, candidato al consiglio comunale con il Partito Democratico.

A moderare la serata è l’assessora Monica Filograno. Dinanzi a una folta platea, afferma: “Si dice che non c’è passione per la politica ma in questi mesi abbiamo potuto toccare con mano che quando la politica è vera ed è appassionata, la passione si contamina e coinvolge tante persone”.

Sul palco, assieme al riconfermato sindaco, tutti i rappresentanti della coalizione di centro sinistra e le rispettive consigliere e consiglieri eletti.

Pasquale Chieco

Arrivato Pasquale Chieco, tra gli applausi, prende la parola: “Una grande soddisfazione – esordisce – Non è stato facile e non era scontato”. Ripercorre i giorni di campagna elettorale. “Il momento più difficile è stato quando gli altri tre candidati hanno deciso di appoggiare il centro destra. I numeri ci venivano contro ma lì siete entrati in ballo voi”.

Parla di una “vittoria sofferta” e di una volontà di continuazione. “Nel futuro mi vedo come un primo cittadino che sta dentro i percorsi di costruzione di politiche pubbliche della città. Il prossimo giro farò quello che non ho potuto fare negli anni: essere fuori dal palazzo perché i problemi ce li siamo ormai lasciati alle spalle“.

Continua: “Qualcuno, dopo il primo turno, ci consigliava di fare comunque degli accordi ma noi tutti abbiamo detto no: vogliamo fare una politica trasparente, ci siamo proposti alla città per quelli che siamo. Io non sono disponibile a gestire il potere cedendo la mia libertà e il mio modo di costruire la realtà”. 

Parla poi del poco scarto di voti emerso dallo spoglio. “C’è stata la possibilità di perdere eppure noi abbiamo vinto. Alla fine la vera politica ha vinto e non era scontato” e lo dice dedicando le parole a Guglielmo Minervini, politico di risalto, venuto a mancare lo scorso 2016. “Una politica così si può fare, non è impossibile” conclude.

Interventi

Ciccio Cecalupo, segretario del Partito Democratico: “Insieme alle persone si creano progetti – dice riferendosi alla platea – Voi non siete numeri!

“Eravamo già nel tritatutto” dice Vito Ippedico per Popolari con Emiliano. Parla di rispetto per l’avversario che Chieco ha riservato per gli altri pur non venendone corrisposto. Parla di “attacchi che la gente di buon senso ha severamente punito”.

Cita l’accordo programmatico come causa determinante della sconfitta del centro destra: “L’elettorato ruvese è stato fin troppo intelligente da non cadere nel tranello”.

Conclude con una riflessione politica. “Non solo si è sconfitto il centro destra ma anche coloro che spostandosi sul quel versante hanno finito per bruciarsi e probabilmente scomparire definitivamente dalla scena politica”.

Michele Colasanto, coordinatore della lista civica con Ninni Chieco Sindaco, parla di un 20ennio di rivoluzione della città. Tocca l’uomo prima che il sindaco: “Di te, caro Ninni, sarà orgoglioso tuo padre. Lui ha deciso di lasciarci nel momento in cui era sicuro che c’era qualcuno che si prendeva cura della comunità e guardate caso è successa la stessa cosa qualche giorno fa con Mimmo Mastrorilli. Di te saranno orgogliosi loro e Guglielmo Minervini”.

Vincenzo Colaprice di Rifondazione Ruvese ironizza: “Mi hanno consigliato di dire che Lo-russo ha vinto ma a Torino – e continua – io sono convinto che in quei 489 voti di differenza ci sia tutta la ribellione, tutta l’allegria della gioventù di Ruvo che si è unita per sostenere Ninni Chieco. Qualcuno ha detto che noi giovani eravamo in prima fila perché ci avevano promesso qualcosa. E’ vero: lui ci ha promesso il futuro di questa città e noi, a sua volta, gli abbiamo promesso lealtà”.

Gerardo Lovero, portavoce del Movimento 5 stelle locale, ringrazia e spiega: “Non abbiamo preso parte perché impegnati nel nuovo progetto politico di Giuseppe Conte ma il partito ci sarà sempre. Siamo stati sostenuti da altre città per questo nostro supporto”. Conclude promettendo la continuità nel supporto e la vicinanza all’amministrazione per i prossimi cinque anni.

Raffaella Giancipoli, coordinatrice di Sinistra Ruvese aggiunge un appello ai giovani e agli appassionati della politica. A loro dice di non scomparire: “I gruppi politici non sono il male – e alle donne dice – Non abbiate paura di avvicinarvi alla vita politica. Unica donna in gruppo di uomini mi hanno sempre fatta sentire a mio agio. Le difficoltà sono vere ma provateci: ne abbiamo bisogno”.

Mimmo De Santis, in rappresentanza del presidente della regione Michele Emiliano, afferma: “Ruvo ha uno dei migliori sindaci d’Italia – e spiega – Quando durante la pandemia dovevamo capire come muoverci, il primo sindaco che la Regione ha chiamato per avere consiglio è stato il professor Chieco sia per le competenze sia perché è il capo in Puglia dei sindaci del settore welfare. Avremmo preferito che tornasse in Regione a darci una mano perché è bravo – e conclude –  Devi consegnare alla città una generazione che cambi il futuro per i prossimi vent’anni.

Conclusioni

“E’ bello mettere parte della tua vita a disposizione per gli altri – conclude il sindaco Chieco – E’ bella una politica senza accordi: noi siamo esattamente come ci vedete, trasparenti. Sì, io ho un brutto carattere ma perché difendo le istituzione: forte con i forti e debole con i deboli. Ci rivedremo spesso: voglio avere un rapporto più continuativo con la città, raccontarvi ciò che stiamo facendo perché è importante che voi ci siate. La politica è quell’arte che si dedica al bene di tutti e noi la volgiamo salvaguardare. Saluta: “Stasera sono rinato; sono ridiventato il sindaco di questa città e sono orgoglioso e vi chiedo di esserlo anche voi. Sognare è bellissimo e non vedo l’ora di ricominciare”.

Clicca qui per altre informazioni sulle amministrative 2021 a Ruvo di Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: