Home Cultura A Giovinazzo la prima  ‘Festa regionale degli emigrati’

A Giovinazzo la prima  ‘Festa regionale degli emigrati’

111

Giovinazzo si candida a città pugliese degli emigrati con la prima edizione di ‘That’s Amore’, la  ‘Festa regionale degli emigrati’

Sarà un grande party all’insegna delle radici pugliesi quello che si terrà martedì, 6 agosto, a partire dalle ore 20.00, nella centralissima piazza Vittorio Emanuele II dGiovinazzo.

L’idea nasce dalla sinergia tra Comune di GiovinazzoRegione PugliaPugliapromozione, Teatro Pubblico Pugliese e l’Associazione Pugliesi nel Mondo.

Lo spunto è stato proprio l’amore che gli emigrati di prima, seconda e terza generazione hanno per la Puglia, la loro terra madre, e per le proprie origini.

Spesso il loro è un percorso complesso e articolato perché accade che gli anni e il tempo diradino i rapporti familiari e amicali, i contatti e i legami con l’Italia. Nonostante ciò, è del tutto evidente l’amore e l’affezione che hanno per la nazione che conserva le loro radici, le storie di genitori, nonni e parenti che hanno dovuto lasciarsi alle spalle i loro affetti per costruirsi un futuro di vita solido per sé e per le proprie famiglie.

Il recente viaggio del Presidente Michele Emiliano a New York, per il Columbus Day, ne è stata l’ennesima conferma. Vere e proprie scene, anche molto colorite, di giubilo e di grande affetto si sono viste da parte dei nostri emigrati nella Grande Mela nei confronti del presidente della Puglia.

Molti ricorderanno il video, diventato virale sui social, in cui il giovinazzese Nick Prudente, da decenni residente nel Queens, a New York, abbraccia durante la parata del Columbus Day il presidente Michele Emiliano. Un abbraccio che per molti è stato il simbolo del legame degli emigrati d’America con la Puglia.

“Quando abbiamo visto Nick Prudente al Columbus Day avvinghiato al presidente Emiliano siamo rimasti folgorati – dichiara il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma – Rappresento una comunità di 20mila abitanti che d’estate moltiplica le presenze per l’arrivo dei nostri emigrati sparsi in tutto il mondo. Una ripopolazione che è comune a tutte le città grandi e piccole della Puglia. Forse i cittadini non sanno che le feste patronali si organizzano proprio ad agosto per permettere agli emigrati di essere presenti. Di qui l’idea, perché non far diventare Giovinazzo la città simbolo per riannodare fili e storie di una umanità meravigliosa? Vogliamo provare ad essere la città di riferimento per tutti gli emigrati di Puglia e i loro discendenti. Peraltro, questo nuovo segmento, potrebbe diventare un ottimo strumento anche di promozione turistica e, se ben strutturato e promosso, potrebbe interessare migliaia e migliaia di discendenti di pugliesi trapiantati nel mondo e indurli a tornare ‘a casa’ attraverso un viaggio e un’esperienza unica e fantastica”.

La serata, condotta da Antonio Stornaiolo, vedrà la presenza del presidente Michele Emiliano, che per l’occasione ricambierà l’abbraccio in terra italiana a Nick Prudente, del sindaco Tommaso Depalma, della band musicale ‘ Superclassifica Sciò’ e di tanti pugliesi che si sono contraddistinti i vari ambiti. Nel corso della serata sarà premiato, tra gli altri, anche Giuseppe Milella, allenatore di calcio a 5 che siede sulla panchina del Mantova Calcio dalla stagione 2015/2016 conquistando quattro promozioni consecutive dalla C1 alla A1 e portando la squadra ai vertici del Futsal nazionale.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome