Home Agricoltura TEATRO IN MASSERIA “MURGIA” di e con Michele Sinisi

TEATRO IN MASSERIA “MURGIA” di e con Michele Sinisi

296

Con il Patrocinio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia Tenuta Tedone Consolini porta l’esperienza del teatro sul palcoscenico naturale del Parco Nazionale dell’Alta Murgia!
Siamo lieti di invitarvi al primo appuntamento di Teatro in Masseria, sabato 27 luglio alle ore 19, con lo spettacolo “Murgia” di e con Michele Sinisi.
Daremo vita ad una notte di mezza estate unica, animata dall’incontro tra le emozioni e le suggestioni nate dal talento di Michele Sinisi e l’atmosfera, gli odori, i sapori del nostro territorio.
Al termine dello spettacolo, seguirà la cena a base di prodotti murgiani, freschissimi, genuini e a chilometro 0, tipici della nostra terra e della nostra proposta culinaria!


Lo Spettacolo
“Murgia – cartolina di un paesaggio lungo un quarto” di e con Michele Sinisi, scrittura scenica di Michele Santeramo e Michele Sinisi, 45′

“Il paesaggio murgiano, con i suoi tratturi, lame, iazzi, masserie disseminati per il suo spazio, è il chiaro risultato di un’identità che ha vissuto, abitato e plasmato questo territorio. Tutto è leggibile come la manifesta parola di un popolo che avendo abitato questa parte di terra racchiude in essa bellezze e sfortune della sua storia.
Il popolo è quella terra.
Le atmosfere, i sapori, gli incanti delle nostre facce sono rese nelle pietre affioranti dalla terra di questo paesaggio. Le punte aguzze delle pietre scarnificate dalle acque piovane. Acque che modellano la forma in modo imprevedibile quanto il quotidiano di questo popolo. Il corpo lacerato di un paesaggio che oggi risulta in bilico tra la salvaguardia, attraverso l’istituzione di un parco naturale, e lo sfruttamento sconvolgente secondo una concezione del territorio della murgia quale residualità insignificante e improduttiva.
Lo spettacolo è la narrazione di un viaggio di ritorno.
Un giovane natio di quel paesaggio che ignaro della sua identità di uomo e dei ritmi e idee del suo popolo, scopre per la prima volta quel paesaggio in una delle sue visite alla terra da cui è lontano: decide di restare?
La storia parte dalla sua decisione di ritornare in quel paesaggio dopo averlo sentito per la prima volta. Scopre allora il senso di quel fascino che confondeva allora con un povero e disgraziato sintomo di una cultura ai margini dell’utilità.
Scopre la reale essenza di quel paesaggio, capisce di esserne addirittura una parte sostanziale. Sarà il paesaggio della sua memoria, avvertirà le inquietudini e i problemi del suo popolo come riflessi in quel paesaggio. Dovrà decidere coscientemente se restare e vivere per quella sua terra o lasciarla definitivamente, forse un domani col rimorso di non aver dato nulla per il suo riscatto. “

La Tenuta

Il nostro Agriturismo è incastonato nella cornice rurale del Bosco di Scoparello, con i suoi querceti e gli scorci unici, che consentono di abbandonare ogni pensiero faticoso della vita quotidiana ed immergersi nella natura. Questo esercizio di completa sintonia con il paesaggio sembra perfetto per favorire la convivialità e l’incontro con l’arte sotto il cielo stellato del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

La Cena

La nostra cucina è prima di tutto una filosofia di vita: abbiamo scelto di tornare a seguire i cicli delle stagioni, perciò le nostre materie prime sono freschissime, genuine, raccolte nel nostro orto biologico e provenienti dal nostro allevamento non intensivo. I piatti si fondano sulla pura tradizione murgiana, quindi sono a preparati con ingredienti tipici del territorio e di produzione propria, dagli ortaggi alla carne, dalle conserve ai salumi. Biodiversità, rispetto dei ritmi della natura, amore e passione per il nostro territorio sono gli ingredienti che rendono speciale l’esperienza alla nostra tavola.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome