Attualità

Secondo anno senza ‘Mba Rocchetidde Cape de Rafanidde

Anche quest’anno, ‘Mba Rocchetidde Cape de Rafanidde ce l’ha fatta! Il suo funerale non sarà celebrato, non sarà letto in Piazza Matteotti il suo testamento che, puntualmente, delude parenti e ruvesi per il lascito in passivo tanto da indurre tutti a un liberatorio rito igneo sul suo fantoccio.

«L’avanzare dell’età, pochi finanziamenti, pubblici e privati, scarsa collaborazione da parte delle associazioni ci hanno fatto desistere dall’organizzare questo evento» fanno sapere dal Gruppo Teatrale “Biagio Minafra” che, per dieci anni, ha dato onore a questa maschera, summa dei pregi e dei difetti del ruvese.

120215-59-864x400_c

Nemmeno la realizzazione del “Calzone ruvese da record”, che, nel 2015, raggiunse i 10 metri, è prevista. Ma questo robusto piatto della tradizione agricola ruvese, che i contadini consumavano tra un lavoro e l’altro, facile da trasportare, rivive nello spettacolo che la Compagnia ha organizzato in collaborazione con l’Istituto Sacro Cuore: “La Serenote” e “U’ calzaune” – Ricordi dei tempi passati in vernacolo ruvese”, con la partecipazione di coro e orchestra dell’omonimo Gruppo Teatrale.

Spettacolo che ha registrato il “tutto esaurito”, ma a questo gli attori sono già abituati perché le commedie in vernacolo ruvese sono molto amate. Perché, allora, non si prosegue con la tradizione del Carnevale rubastino?

Si potrebbe essere un po’ più vicini al Gruppo Teatrale “Biagio Minafra” nella preparazione di questo evento semplice, mordace, evocativo delle antiche feste contadine greche, dominate dalla salacità, dal mascherarsi dietro tratti grotteschi, dalla celebrazione di riti propiziatori: bruciare il fantoccio che rappresenta il Carnevale non è, forse, un rito, un simbolo di morte in vista della rinascita che verrà, dopo la Quaresima, con la Pasqua?

L’anno scorso, i membri del gruppo teatrale avevano dato voce ad amare riflessioni e si erano augurati che si trattasse di un’unica e sola pausa forzata: ma, anche quest’anno, le strade di Ruvo di Puglia non saranno attraversate da vivaci gruppi mascherati, dal burlesco corteo funebre di ‘Mba Rocchetidde.

Anche quest’anno, Ruvo di Puglia non sorriderà di sé stessa.

(Foto tratte dal Gruppo Facebook “Carnevale a Ruvo di Puglia”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!