La poesia della “Terra delle Aquile” nei ricami di Violeta Tunaj

E’ timida, riservata, non vuole essere ritratta in foto. Ma accetta di parlare di  sé, del suo lavoro, della sua famiglia. Con discrezione e amore.

Violeta Tunaj è una donna forte, coraggiosa, che lavora sino a notte fonda per i suoi cari, per i suoi figli e per suo marito che lavora in campagna.

Possiede, a Ruvo di Puglia, un piccolo e delizioso negozio dove idea, crea e vende manufatti ricamati e realizzati a maglia o all’uncinetto. Nelle trame, nei fili, nelle catenelle e maglie alte sono intrecciate la maestria slava e l’amore per i particolari e i colori.

Violeta Tunaj, anzi Ruta-Tunaj, visto che suo nonno era ruvese, proviene dalla “Terra delle Aquile”, dall’Albania. E le donne albanesi sono famose per i “qëndisje”, i ricami a punto croce con cui decorano i mobili . Con il “vegël”, tessono coperte variopinte, creano cappelli, guanti, maglioni: i manichini del negozio di Violeta indossano, infatti, queste colorate creazioni. Ma in un’altra arte eccellono le donne albanesi: nel merletto o “ounë me grep”.

Violeta crea anche elaborata e deliziosa bigiotteria, che spicca tra i ricami lussureggianti e le delicate trine avorio.

E’ giunta a Ruvo di Puglia nel 2005, con due dei suoi quattro figli – gli altri sono nati qui – per ricongiungersi col marito che si trovava in Italia dal 1997.

Non mancano le difficoltà, all’inizio, ma Violeta trova subito lavoro in una ditta. Il suo sogno è quello di avere un’attività propria, quindi, mette da parte un po’ di denaro per realizzarlo.

Perde il lavoro, tuttavia, quando non le concedono il part time: lo aveva chiesto per poter crescere adeguatamente i suoi figli più piccoli. Uno era nato da poco.

Violeta non si dà per vinta e, «con paura e coraggio al contempo», decide di fare il grande passo e apre il suo negozio. Che le dà soddisfazioni.

«Sto bene a Ruvo di Puglia. Mi sono integrata perfettamente» racconta. «Ho stretto molte amicizie, ho una clientela fedele. Un cruccio, tuttavia: le tasse sono molto alte!». Una protesta che si stempera nel sorriso.

Ma, nonostante tutto, nonostante le difficoltà, Violeta non si scoraggia. E non lo farà mai. Perché lei ha la forza delle aquile della sua terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: