Giaco: “senza musica non esisterebbe Giacomo!”

Ancora la musica protagonista della nuova puntata di Ruvo Racconta, rubrica dedicata alla valorizzazione delle eccellenze ruvesi in ambito culturale.

In questa quarta puntata abbiamo incontrato Giaco, nome d’arte di Giacomo Prudente, cantautore urban/R’n’B  classe 2000, nato a Ruvo di Puglia.

La grinta e il suo stile sono la sua firma.

Poliedrico e promettente, Giaco, con la sua voce, inebria il nostro paese, trasmettendo la freschezza della sua età.

Nel 2020 Giaco ha pubblicato il suo primo singolo “Star”, seguito da “DM” nel marzo di quest’anno. Release che gli hanno permesso di essere conosciuto e apprezzato dal pubblico che lo segue, soprattutto sulle piattaforme digitali e sui social, dove Giaco ha riscosso grande successo. Progetti del 2021: “KIKI” e “VIBES”, in collaborazione con movinflame di Giorgia Riccardi, protagonista della nostra seconda puntata.

Così si è raccontato.

-Quando hai deciso di dedicarti alla musica? 

Non so come, ma da quando ero molto piccolo ho subito iniziato a cantare e suonare perché sentivo che mi faceva stare bene. Ero contento quando lo facevo. Successivamente ho capito che la musica era il mio linguaggio e non sono più riuscito a separarmene.
Questo mi ha portato ad approfondire la musica a 360 gradi studiando canto, chitarra, trombone, teoria e armonia, produzione, music business, frequentando il conservatorio e diplomandomi al Mast Academy.

-La musica per te è solo passione o anche lavoro? Cos’è per te la musica?

La musica per me è in primis un’esigenza. Ognuno di noi ha un proprio linguaggio per esprimersi al meglio, il mio è quello musicale.
Senza musica non esisterebbe Giacomo!
Allo stesso tempo per poter vivere di musica ci vuole tanta determinazione e costanza, senza mai aver paura di sognare.
Come diceva Confucio “Scegli un lavoro che ami e non dovrai lavorare neanche un giorno della tua vita”

-Quali sono stati i tuoi primi passi?

Vivendo in un piccolo paesino mi é stato molto difficile coltivare questa passione. Nonostante i vari ostacoli, sono riuscito a lavorare su me stesso e sul mio percorso artistico.
Sono partito con gli studi e successivamente ho liberato la mia creatività iniziando a muovere i primi passi in studio dopo aver conosciuto il mio produttore, Nuzzle.
Dopo aver ideato le prime demo, abbiamo deciso di far uscire sulle varie piattaforme il mio primo singolo. Singolo che, ottenendo un buon riscontro, mi ha permesso di stringere un contratto con l’etichetta discografica Artist First.
Successivamente è stato indispensabile creare un team che lavorasse al progetto e continuare a maturare questo percorso artistico.

-Qual è il tuo genere musicale preferito? È lo stesso della tua musica?

Amando la musica a 360 gradi, mi è risultato molto difficile dover fare una selezione e ho deciso di sperimentare con vari generi e influenze.

Non si smette mai di maturare e oggi finalmente ho messo a fuoco la mia direzione artistica. Ci sarà un vero e proprio cambiamento musicale!

-Quali artisti ti hanno ispirato?

Mi hanno ispirato i grandi nomi del pop Americano come Micheal Jackson, Stevie Wonder, John Mayer. Come anche gli artisti internazionali pop della new generation come Justin Bieber e la nuova leva statunitense Olivia Rodrigo.

-Stai partecipando ad eventi?

Sto partecipando a diversi contest.
Per quanto riguarda i live, partirò dall’estate prossima

-Pensi che il tuo paese offra possibilità di lancio nel mondo dell’arte e della musica?

Credo che Ruvo di Puglia sia uno dei pochi paesini ad avere una vera e propria cultura nel sensibilizzare i cittadini verso il mondo dell’arte.
Ma allo stesso tempo rimane pur sempre un paesino del meridione e se vuoi farti strada devi per forza creare connection in città come Milano costellata da etichette, manager, discografici… 

-Cosa vorresti che si migliorasse?

Credo che le scuole debbano aiutare gli artisti e valorizzarne la loro natura.
Facciamo parte di una nuova generazione dove anche il mondo del lavoro è cambiato.
Oggi bisogna sapersi reinventare e sfruttare la risorsa del digitale come un mezzo per inserirsi in un mondo lavorativo ancora in espansione.
Contrariamente la scuola continua a far leva sui lavori tradizionali, ormai mercato saturo, imponendoli come unica direzione “sicura”.

Sarebbe molto bello se la scuola imparasse ad ascoltare e a valorizzare le necessità di ogni singolo ragazzo offrendo una scelta più ampia nella stessa formazione.
Ruvo credo che abbia la sensibilità giusta per farlo!

-Cosa diresti ai ragazzi che vogliono approcciarsi al mondo musicale ma hanno timore?

Di non avere paura. La musica offre davvero tante possibilità al giorno d’oggi. Musica non vuol dire solo diventare famosi!

Serve solo tanta creatività e tanta forza di volontà!

-Hai nuovi progetti in porto?

Tra un paio di settimane mi trasferirò a Milano dove inizierò un percorso di Laurea in canto al Cpm.

Mi prenderò una piccola pausa con le release perché sto lavorando alla mia musica e tornerò con una vera e propria crescita personale e musicale.
Voglio continuare a conoscere nuove persone che possano aiutarmi e unirsi al mio percorso.
Per il nuovo anno ambisco anche ad un nuovo contratto discografico.

 

Tante novità quelle promesse da Giaco. Novità che non vediamo l’ora di ascoltare!

Nel frattempo attendiamo il prossimo protagonista della nostra rubrica. A martedì!

Articolo di Ruvesi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: