Home Palazzo Avitaja FIERA DELL'OTTAVARIO: POSITIVO L’ESPERIMENTO DELL’OSPITALITÀ GRATUITA PER GLI AMBULANTI

FIERA DELL'OTTAVARIO: POSITIVO L’ESPERIMENTO DELL’OSPITALITÀ GRATUITA PER GLI AMBULANTI

1520

Riceviamo e pubblichiamo nota da Luca Basso, sul bilancio della festa appena conclusa.
A fiera conclusa è tempo di bilanci. Per l’Amministrazione comunale è sicuramente positivo quello relativo all’esperimento realizzato per la prima volta presso area camper comunale di via Minghetti, dove nei giorni della festa sono stati ospitati per la notte i venditori ambulanti non ruvesi e le loro famiglie.
Tra sabato e domenica, infatti, il settore attività produttive del Comune ha provveduto a consegnare a tutti i commercianti della fiera, un biglietto informativo in cui si illustrava il servizio gratuito e al contempo si comunicava il divieto di sostare nelle ore notturne con bivacchi vari nelle altre aree del Comune. Dieci famiglie, di cui cinque attrezzate con tende, hanno così usufruito del servizio di ospitalità allestito, su indirizzo dell’Amministrazione, presso area camper comunale, dotata peraltro di docce e servizi igienici.
In questo modo, oltre a fornire un ricovero decoroso ad alcuni venditori, ha anche migliorato di molto il decoro del paese in giorni particolarmente affollati da visitatori e turisti.
“Un esperimento ben riuscito – ha commentato l’assessore alla cultura, Pasquale De Palo – che sicuramente potenzieremo e miglioreremo in futuro. Voglio ringraziare pubblicamente Nicola Amenduni per l’approccio costruttivo della sua lettera aperta e per avere espresso con garbo contenuti totalmente condivisibili. A una sollecitazione seria abbiamo risposto con un atto concreto, a dimostrazione che quando i cittadini pongono problemi veri, trovano sempre in questa Amministrazione un ascolto attento e attivo.
Questa piccola grande operazione prova a restituire a questi lavoratori una dignità che molte volte in passato non siamo stati in grado di riconoscere.
Vito Cappelluti, presidente ass CampeRuvo, mi conferma che gli ospiti si sono comportati con la massima correttezza e hanno lasciato le strutture perfettamente rassettate e ordinate, forse anche meglio di come le avevano trovate al loro arrivo.
Anche all’associazione CampeRuvo, che gestisce le aree camper comunali, va il mio ringraziamento sentito per aver risposto immediatamente e positivamente alla nostra richiesta, confermando che i cittadini e le realtà associative ruvesi prestano attenzione ai bisogni altrui e rinnovano la tradizione della proverbiale ospitalità ruvese.”

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome