Felice Cantatore: “La divisa è per sempre!”

È l’amore per il proprio lavoro a scrivere una storia a lieto fine, quella della signora Rosa. La 77enne ruvese, affetta da demenza senile, è stata ritrovata illesa lo scorso 16 agosto da un poliziotto in pensione.

“Il giorno 16 agosto 2021 alle ore 11:00 circa, percorrendo la strada provinciale 2 (Ruvo-Corato), sulla mia sinistra notavo una donna a bordo strada. A prima vista appariva vistosamente claudicante e affaticata, tanto da non reggersi in piedi. Senza perdere un attimo, mi sono precipitato a prestarle soccorso. La signora sembrava molto impaurita e mi chiedeva aiuto. Dopo averla sollevata dal manto stradale e averla adagiata sul sedile della mia autovettura, le ho bagnato il viso con dell’acqua che avevo con me.”– ci ha raccontato l’ex Sov.te Capo della Polizia di Stato, Felice Cantatore.

E ancora: “Durante il tragitto per tornare a Ruvo, la donna era appoggiata sul mio braccio destro e mi ripeteva che non ce l’avrebbe fatta. Io tentavo in ogni modo di rassicurarla fino a quando sono riuscito a fare in modo che ricordasse le sue generalità. Mi ha fornito, così, il proprio cognome e nome. Ho quindi collegato il vostro articolo del giorno precedente sull’anziana scomparsa alla signora da me ritrovata. Giunto, poi, presso la caserma dei carabinieri di Ruvo di puglia, consegnavo la donna per ulteriori accertamenti. Dopo aver verbalizzato l’accaduto negli uffici, sono intervenute la pattuglie dei carabinieri del comando della Compagnia di Molfetta. Con loro il luogotenente della stazione dei carabinieri di Ruvo di puglia, Felice Cimadomo, che mi ha porto i suoi complimenti.”

Sono queste le parole del poliziotto in pensione – oggi presidente sindaco e revisore dell’associazione ANPS del nostro paese- che fanno emergere la commozione e la passione per il proprio lavoro e per quella divisa che ha vestito per anni. Era il 30 settembre 1973, quando, ancora ragazzo, primo nella sua famiglia, entrava a far parte del corpo della Polizia di Stato. Fiero del suo compito, ha trasmesso negli anni l’amore per le Forze Armate anche a suo figlio, con il quale ha spesso condiviso vigilanza e atti di coraggio.

I 36 anni di servizio nella squadra volante della Polizia di Stato, che l’hanno portato nei commissariati di Milano, Bari e Corato, non hanno mai spento quella fiamma che ardeva, sin da giovane, per la giustizia, per il rispetto delle norme e per la serenità del proprio paese. Quella fiamma che resta viva ancora oggi e che, nel tempo, gli ha permesso di concludere con animoso coraggio numerose missioni, fino a salvare, oggi, la vita di un’anziana signora.

Sempre all’erta, il signor Felice non sente la quiete degli anni della sua pensione. Non si tira mai indietro davanti a soprusi e atti che violano la legge, pronto sempre a compiere la sua missione, come se indossasse ancora l’amata divisa.

Chissà che non arrivi una decorazione al merito per questo prode concittadino!

Articolo di Ruvesi.it
Foto di Felice Cantatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: