Home Attualità DOMANI RIPARTE IL MERCATO SETTIMANALE NON ALIMENTARE: L’ORDINANZA

DOMANI RIPARTE IL MERCATO SETTIMANALE NON ALIMENTARE: L’ORDINANZA

1060

Avverà domani la ripresa dello svolgimento del Mercato Settimanale del sabato di via Pertini, secondo i consueti orari. Il tutto deciso nella riunione operativa con il Comandante della P.M. il Responsabile del SUAP e l’Assessore alle Attività Produttive Lucia Di Bisceglie.

Nell’ordinanza si legge che è stata la sospensione delle assegnazioni di spunta, al fine di garantire una maggiore distanza fra gli stessi operatori e conseguentemente una maggiore distanza interpersonale fra gli avventori.

Agli operatori mercatali si ordina di adottare le seguenti misure: a. rispettare, per quanto applicabili, le indicazioni per la valutazione integrata del rischio di venire a contatto con fonti di contagio in occasione di lavoro, di prossimità connessa ai processi lavorativi, nonché l’impatto connesso al rischio di aggregazione sociale anche verso “terzi” nonché le misure organizzative, di prevenzione e protezione, nonché di lotta all’insorgenza di focolai epidemici contenute nel documento INAIL.

Organizzare la turnazione dei dipendenti in modo da lavorare in squadre fisse di operatori che siano sempre gli stessi per ogni turno. Attrezzare un punto di distribuzione di guanti monouso non forati e un dispenser per l’igienizzante mani, oltre che bidoni con coperchio, presso il proprio posteggio: Rispettare i principi generali e speciali in materia di autocontrollo (HACCP) ai fini della sicurezza degli alimenti; mantenere sempre integri o cambiare all’occorrenza i guanti (sono consigliati guanti in nitrile di colore blu); controllare che i clienti non tocchino gli alimenti se privi di guanti.

Provvedere alla pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita, nonché sottoporre a pulizia e disinfezione ricorrente le superfici in generale delle strutture di vendita: Sensibilizzare la propria clientela al rispetto delle distanze sociali di almeno un metro ed al divieto di assembramento;  posizionamento dei sistemi per la disinfezione delle mani, accanto ai sistemi di pagamento.

E’ obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani. Rispetto per tutti gli operatori del distanziamento interpersonale di almeno un metro in tutte le attività e le loro fasi, anche nelle operazioni di carico e scarico.

In caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce; in caso di vendita di beni usati: igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita, e comunque è fatto espresso divieto di provare gli indumenti.

Distanza tra i banchi: La distanza da banco a banco ottimale dovrebbe essere non inferire a 1,00 ml; detta distanza può anche essere inferiore se in corrispondenza del limite del banco si adotta una parete divisoria di altezza non inferiore a 1,50 ovvero un prolungamento della tenda laterale, di copertura in entrambi i lati, in materiale plastico che arrivi a terra.

Delimitazione dei posteggi: Laddove non fosse possibile delimitare e/o transennatura l’area mercatale, occorrerà chiudere con opportune strumentazioni (nastri, brandine, manufatti in compensato o altro mezzo) gli interstizi da banco a banco in modo da impedire l’accesso esterno. Con nastro adesivo o nastro o gesso delimitare il posteggio anche frontalmente e sul retro.

Spazio vendita frontale: Lo spazio di vendita frontale dovrà essere delimitato con nastro adesivo, nastro o gesso affinché il posizionamento dei clienti garantisca una distanza interpersonale di 2 metri. La distanza fra venditore e cliente non dovrà, comunque, essere inferiore a 1,5 metri.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome