Home Sport CUORE TECNOSWITCH, CASSINO SI PERDE NEL FINALE

CUORE TECNOSWITCH, CASSINO SI PERDE NEL FINALE

262
Arriva durante il viaggio il momento in cui si accende la fiammella. Quel frangente in cui tutte le componenti vanno a contatto e si crea l’alchimia giusta per intravvedere il fuoco. Cassino, prima tappa della seconda fase. Di fronte nomi importanti, malgrado un percorso altalenante. Primi due quarti da dimenticare, squadra che subisce anche 14 punti di svantaggio, ma che nell’ultimo periodo comincia lentamente a percepire la possibilità di agguantare l’avversario quasi fermo dinanzi alla linea del traguardo.
La Tecnoswitch si affida alla sua difesa, a delle scelte obbligate ma che lasciano intendere la strada che tutti dovrebbero percorrere. Arrivano i contropiedi e i canestri di Ciribeni, le triple di Cantagalli e la freddezza di Markovic. Dal 63-57 al 63-63 con Lestini che non segna da tre punti allo scadere: è overtime!
Poi il limite tra meriti tuoi e demeriti altrui è sempre labile. Fisicamente la Tecnoswitch ci arriva meglio malgrado le condizioni precarie di Ippedico e l’infortunio alla caviglia di Ochoa. Ma ha più facilità nella corsa, nell’andare a dar fastidio all’avversario. Cinque minuti trascorsi a concretizzare al massimo le opportunità avute e a togliere certezze agli avversari. E’ vittoria per 79-75 dopo 5′ supplementari e dopo aver toccato ancora una volta con mano la possibilità di finire in un imbuto. Invece, nella serata in cui Ippedico malconcio, lancia segnali di cosa significa indossare una maglia così prestigiosa, Ruvo trova da Cantagalli e Markovic le certezze offensive di cui ha bisogno per cancellare le incognite in attacco. Ochoa si immola nel terzo quarto, poi la sua caviglia lo abbandonerà, in attesa di accertamenti. Sono questi i segnali che portano alla fiammella a dire “noi ci siamo” per l’obiettivo play-off a questo punto seriamente nelle mani biancoazzurre.
Non c’è attimo di tregue: con quel che ha, coach Ponticiello preparerà al meglio la gara con Pozzuoli di mercoledì prossimo, la seconda in quattro giorni. In attesa di spolverare altri pezzi del mosaico e gremire di certezze il presente ruvese.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome