Consiglio Comunale, il Comparto K continua a dividere

Ha inizio alle 18.00 il Consiglio Comunale del 27 marzo che vede sul tavolo di discussione l’approvazione del bilancio di previsione  2018/2020, con cui si programmano tutte le attività e i servizi che il Comune offrirà ai ruvesi nei tre anni indicati.

Non meno importanti sono alcuni argomenti proposti nelle questioni preliminari dall’opposizione. Tra essi, il rinvenimento di materiale radioattivo tra i rifiuti trasportati da un autocompattatore Asipu, partito da Ruvo di Puglia e diretto alla volta della discarica Martucci, a Conversano. Situazione che induce i consiglieri Damiano Binetti (Un’altra IDeA per Ruvo) e Piero Paparella (Direzione Italia) a sollecitare ulteriori approfondimenti, peraltro già in atto come spiegato da Nicola Giordano, assessore alle Politiche Territoriali, e dal consigliere di maggioranza Mario Paparella (Partito Democratico).

Binetti, inoltre, sollecita il monitoraggio degli edifici pubblici circa la presenza di gas radon. «Si stanno individuando gli edifici da monitorare» è  la risposta del sindaco Pasquale Chieco. Binetti, inoltre, chiede che sia trovata una soluzione alla scarsa illuminazione e alle pessime condizioni del manto stradale in via dei Floricoltori. Altro problema sollevato dal consigliere è quello della mancanza di pensiline alla fermata degli autobus. Alla sua richiesta si aggiunge quella del consigliere di maggioranza Antonio Mazzone (Sinistra Ruvese) che rivolge al sindaco richiesta di informativa sullo stato di ripristino delle pensiline alle fermate, necessarie soprattutto nella stagione invernale. Il sindaco annuncia che saranno collocate due pensiline, una vicino alla scuola Bovio e l’altra sull’Estramurale Scarlatti.

Stato dei lavori pubblici, denuncia del persistente stato di degrado del campetto di via Madonna delle Grazie, lumi sulla composizione del direttivo del Distretto Urbano del Commercio e richiesta di un segretario durante i lavori della III Commissione Urbanistica sono oggetto delle questioni poste dal consigliere Piero Paparella, a cui si aggiungono quelle del consigliere Orazio Saulle (Forza Italia) sulla scarsa illuminazione nel tratto ruvese della S.P. 231. A tal proposito, il sindaco comunica la partecipazione a un incontro sul tema, previsto per il prossimo 6 aprile, presso la sede della Città Metropolitana che ha la competenza in materia, mentre, per quanto riguarda il DUC, è stato pubblicato l’avviso con cui si cerca un manager di distretto.

Il capogruppo consiliare PD Francesco Summo chiede, poi, l’inserimento all’odg della richiesta alla Regione, da parte delle categorie interessate, di riconoscere lo stato di calamità per le gelate del 26, 27 e 28 febbraio. La richiesta di inserimento è accolta e il punto passa all’unanimità dei presenti.

Si passa alla discussione degli altri punti all’odg.

Il consigliere Antonello Paparella (Forza Italia) chiede di anticipare al punto 1  la discussione del punto 17 – revoca della deliberazione di C.C. n. 21 del 20 aprile 2016 di approvazione della proposta in regime di finanza di progetto di costruzione di un centro sportivo multidisciplinare su suolo comunale nel Comparto Y. La proposta è accolta. Paparella, quindi, chiede che il punto sia ritirato per essere riesaminato in III commissione (urbanistica). Il punto è ritirato.

Sono approvati i verbali di Consiglio Comunale del 15 dicembre 2017 e del 10, 19, 26 febbraio 2018.

Il punto 6 riguarda la rettifica della deliberazione di C. C. n. 107/17 sulla revoca della deliberazione di  C.C. n. 48 del 22 dicembre 2008 relativo al “Piano di lottizzazione di variante al comparto K, come individuato dalla variante generale al piano regolatore generale – adozione’– adozione di nuova variante al comparto edificatorio K, ai sensi dell’art.27 della legge n. 56 del 1980”. La deliberazione di cui trattasi è quella in cui sono state eccepite incongruenze tra la stessa e quanto indicato nel verbale del relativo Consiglio Comunale, incongruenza che indusse l’opposizione a presentare un esposto in Procura. La consigliera Mariatiziana Rutigliani (Forza Italia), dopo la relazione del Segretario Comunale Maurizio Moscara, sottolinea come di fatto questa revoca non cambi nulla, perché permane l’ambiguità relativa alla gratuità della cessione del 48 %. Parole confermate dal consigliere Saulle nonostante le contestazioni dei consiglieri di maggioranza Rino Basile (Ruvo Futura) e Lia Caldarola (Sinistra Ruvese) la quale ricorda che in questo momento si sta rettificando una delibera adottata regolarmente, anche dall’opposizione. Piero Paparella interviene proponendo di revocare la delibera in oggetto, di riadottarla in una forma più chiara, soprattutto per tutelare gli interessi coinvolti. Ma la proposta è respinta così l’opposizione, per protesta, si allontana dall’aula al momento della votazione. La delibera passa con nove voti favorevoli della maggioranza dal momento che la consigliera di maggioranza Pina Picciarelli (PD) si astiene.

E’ approvato,poi, all’unanimità il verbale del C.C. del 20 dicembre 2017.

Si passa, infine, alla discussione del bilancio di previsione finanziario 2018-2020. L’assessore alle Finanze Rocco Marone, nella sua relazione, sottolinea come il documento abbia incontrato il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti e rientri nei parametri finanziari.

Il quadro di esercizio finanziario è asfittico e non consente ampio spazio di manovra. Si cercano, quindi, finanziamenti esterni: va salutato positivamente il recente finanziamento di 2 milioni di euro per la rigenerazione urbana e i finanziamenti dal MEF per far fronte al mutuo di 233mila euro a tasso zero acceso per migliorare le palestre. Le spese per l’Avvocatura ammontano a 760mila euro a causa del grande numero di contenziosi.

Antonello Paparella chiede se sia stato fatto di tutto per favorire la partecipazione di tutte le associazioni locali alla redazione del bilancio di previsione. «E’ uno dei nostri obiettivi – ammette Chieco – ma purtroppo i tempi sono stati stretti» e aggiunge Marone: «E spesso si devono anche conciliare le esigenze delle associazioni partecipanti, che possono confliggere tra loro: quindi, tutto diventa anche più difficile».

Paparella, dopo aver annunciato che l’opposizione non presenterà emendamenti perché tanto saranno regolarmente respinti, chiede perché destinare alla cultura 320mila euro (310mila per eventi culturali, 10mila per le feste patronali), mentre se ne destinano solo 10mila ai lavori pubblici? «Lo scorso anno abbiamo appostato risorse cospicue per i lavori pubblici» gli ricorda Marone.

Paparella chiede poi perché finanziare l’ampliamento del Teatro Comunale quando si potrebbe crearne uno ex novo? Poi sottolinea come per “Ruvo sicura” siano stati destinati solo 5mila euro. «E’ inutile sottolineare come noi dell’opposizione daremo voto negativo a questo bilancio di previsione» conclude.

Intanto si passa alla votazione degli altri punti all’odg, propedeutici a quello relativo all’approvazione del bilancio di previsione ma affrontati in un’unica discussione,

Il punto 8 – approvazione della nota di aggiornamento al DUP– periodo 2018/2020 (art.170, co.1, del d.lgs. n.267/2000) – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 9 – addizionale comunale all’Irpef conferma per l’esercizio finanziario 2018 dell’aliquota vigente – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 10 – conferma aliquota IMU per l’anno 2018 – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 11 – conferma della disapplicazione del tributo sui servizi indivisibili – TASI – anno 2018 – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 12 – modifica del regolamento per la disciplina dell’imposta unica comunale IUC – approvazione testo aggiornato – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti. L’assessore Marone spiega che, a partire dal 2018,  la quota variabile si estende anche alle pertinenze.

Il punto 13 – tassa sui rifiuti TARI– approvazione del piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti (PEF) anno 2018 – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti, dopo che Antonello Paparella si chiede come mai, nonostante i ruvesi sostengano costi di tritovagliatura e altri costi connessi alla raccolta differenziata, non ci siano benefici.Perché i proventi vanno all’Asipu e non al Comune di Ruvo di Puglia? A nome dell’opposizione chiede che i dirigenti Asipu siano convocati al cospetto dell’assise per dar conto delle fatture dei proventi acquisiti.

Il punto 14 – tassa sui rifiuti TARI – approvazione delle tariffe per l’anno 2018 – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 15 – piano delle alienazioni immobiliari triennio 2018/2020 – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 16 – approvazione del programma per l’affidamento di incarichi di collaborazione per il triennio 2018/2020 (art.3, co.55, l. 24/12/2007 n.244) – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti.

Il punto 17 – approvazione del bilancio di previsione finanziario 2018/2020 (art.151 del d.lgs. n.267/2000, e art.10 del d.lgs. n.218/2011) – passa con 11 voti favorevoli e sei negativi, diventa immediatamente esecutivo con 11 voti favorevoli e sei astenuti, dopo la dichiarazione di voto fatta dal consigliere Summo, a nome del Partito Democratico,  sul voto favorevole dato esclusivamente per «mero senso di responsabilità».

Il Consiglio Comunale si conclude alle 23.05.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: