Home Commercio ASCOM RUVO AL SINDACO: “BASTA PERDERE TEMPO”

ASCOM RUVO AL SINDACO: “BASTA PERDERE TEMPO”

678

Dopo le dimissioni del sindaco di Ruvo di Puglia Pasquale Chieco e il ritiro delle stesse, la Confcommercio locale rivolge un appello all’amministrazione comunale“Cerchiamo di recuperare il tempo perduto e diamo priorità al piano strategico del commercio e alle attività connesse al DUC ( Distretto Urbano del Commercio)”.

Vito D’Ingeo, Presidente Ascom Confcommercio Ruvo, chiede maggiore ascolto e attenzione per le problematiche legate al settore, a causa di un rallentamento nell’affrontare una serie di questioni dovuto alle vicende politiche. Confcommercio, ha sempre costruito un dialogo con le amministrazioni comunali, a prescindere dal colore politico, e avuto un ruolo trasversale, con l’obiettivo di individuare le migliori soluzioni con chi governa e dare le migliori risposte al settore.

“Le dimissioni del sindaco e il suo successivo rientro,hanno rallentato notevolmente la soluzione di una serie di problematiche sottoposte all’amministrazione comunale da tempo e, questo non dovrebbe accadere Le attività commerciali e il settore non possono più aspettare. Senza un piano strategico – spiega D’Ingeo – non possiamo guardare al futuro della città ma solo stare fermi, e onestamente una politica inerme non ci porta da nessuna parte. Occorre un nuovo regolamento sanitario ed edilizio propedeutici allo sviluppo del territorio ruvese. Ma le questioni in stand by sono numerose, a cominciare dal rifacimento dell’illuminazione delle strade, la regolamentazione dei parcheggi.”

A tal proposito, era in atto una revisione sugli accordi per la sosta a pagamento, i cosiddetti parcheggi con le strisce blu. I commercianti, tramite la mediazione di Confcommercio, avevano chiesto delle soste brevi per agevolare il commercio. “Vogliamo conoscere la relazione tecnica che porta alle strisce blu e varia i sensi unici di marcia e, convocare in tempi brevi un’assemblea per capire se l’eventuale trasferimento del mercato settimanale già avviato ed ora fermo può essere positivo per la città.

“Il nostro invito – conclude D’Ingeo – al Sindaco è di non perdere più tempo ed accellerare sulla soluzione di questioni urgenti e vitali per il commercio e per la comunità”

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome