Home Politica Vito Cantatore sulla questione Ruvo Servizi: lettera al Presidente Emiliano e richiesta...

Vito Cantatore sulla questione Ruvo Servizi: lettera al Presidente Emiliano e richiesta di Consiglio Comunale

1190

Dopo la nota del licenziamento dei 10 dipendenti della Ruvo Servizi, dell’allontanamento dei residenti della Casa di Riposo presso l’ex ospedale di Ruvo di Puglia, il Consigliere indipendente Vito Cantatore chiede un consiglio comunale urgente sulla questione, lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Catalano ed al Sindaco Vito Nicola Ottombrini, ed invia una lettera al Presidente della Giunta Regionale, Michele Emilano.
I punti chiesti al Presidente del Consiglio ed al Sindaco:
Il sottoscritto Consigliere Comunale Vito Cantatore, chiede con urgenza l’iscrizione all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale i seguenti argomenti per le determinazioni assunte dall’esecutivo:
• Licenziamento di n. 10 dipendenti della Ruvo Servizi s.r.l.;
• Ristrutturazione Casa di Riposo;
• Nuovo Piano Strategico ed economico relativo alla Ruvo Servizi s.r.l.
La lettera al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ad oggetto: situazione critica dei lavoratori della Società Ruvo Servizi s.r.l. e ristrutturazione della Casa di Riposo MM Spada Ruvo di Puglia.
Gentilissimo Presidente,
in questi giorni la città di Ruvo di Puglia sta vivendo il dramma di alcuni licenziamenti di dipendenti della Società Ruvo Servizi s.r.l. che lavorano presso la storica Casa di Riposo MM Spada di Ruvo di Puglia gestita totalmente dal nostro Comune.
Come Consigliere comunale ho il dovere, prima morale e poi istituzionale, di informarla su questa problematica che interessa anche in parte la ASL Bari perché la Casa di Riposo è in ristrutturazione e pertanto la gestione dei ricoverati anziani si è spostata temporaneamente presso il l’ex Presidio Ospedaliero di Ruvo di Puglia.
E’ giunta a questa amministrazione la richiesta di lasciare entro fine Agosto libero il reparto dell’ex P.O. di Ruvo di Puglia che ospita momentaneamente i nostri anziani.
Il disagio e lo sconforto è enorme sia per gli anziani ormai abituati a vivere ed essere assistiti con dovizie di particolari dal personale preposto all’assistenza, sia anche per gli operatori stessi che in questi giorni stanno subendo il dramma del licenziamento perché la nostra Casa di Riposo in ristrutturazione non è ancora stata ultimata.
Comprendiamo certamente le norme che l’ASL Bari deve mettere in atto per la ristrutturazione del Reparto dell’ex P.O. di Ruvo di Puglia che ospita i nostri anziani della Casa di Riposo MM Spada, ma Signor Presidente, Le chiediamo un tavolo permanente di concertazione per affrontare insieme a Lei, al Direttore Generale della ASL Bari e a noi amministratori, e cercare di trovare un punto di sintesi temporaneo affinchè si salvaguardino i posti di lavoro e si venga a capo per la fine della ristrutturazione della Casa di Riposo MM Spada di Ruvo di Puglia.
Signor Presidente, la mia stima nei suoi confronti è immensa. Sicuramente Lei con la sua acutezza politica riuscirà a mettere insieme tutte le componenti politiche e tecniche che potrebbero aiutare la nostra Comunità a superare questo momento drammatico che, solo al pensiero, ci lascia nello sconforto più totale.
In attesa di una sua iniziativa le porgo Distinti saluti.
Ruvo di Puglia, 11/08/2015
Vito Cantatore
Consigliere Comunale


Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome