Home Palazzo Avitaja Visita di Papa Francesco, a Ruvo di Puglia scuole e uffici pubblici...

Visita di Papa Francesco, a Ruvo di Puglia scuole e uffici pubblici aperti

5307

Il sindaco Pasquale Chieco e l’Assessora alla Cultura e Pubblica Istruzione Monica Filograno hanno scritto una lettera ai dirigenti scolastici degli istituti di ogni ordine e grado a Ruvo di Puglia per comunicare la regolare apertura delle scuole nella giornata di venerdì 20 aprile, quando Papa Francesco celebrerà a Molfetta la Santa Messa in ricordo di Don Tonino Bello, invitandoli, al contempo, a giustificare le assenze e dei ragazzi e del personale scolastico che vorranno vivere intensamente quel giorno.

«Vi scriviamo per comunicare che le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Ruvo di Puglia resteranno regolarmente aperte nella giornata del prossimo venerdì 20 aprile, quando il Pontefice visiterà la città di Molfetta nelle ore mattutine.

In proposito, abbiamo tenuto conto anche con il supporto delle istituzioni sovraordinate competenti delle condizioni di sicurezza e viabilità della nostra città, ovviamente diverse da quelle di Molfetta – dove le scuole resteranno chiuse – e abbiamo considerato altresì la oggettiva limitazione degli accessi all’area della Santa Messa che saranno contingentati e regolamentati con il rilascio di apposito permesso.

Diversi ragazzi e ragazze della nostra città ci hanno manifestato la volontà di incontrare Papa Francesco e li abbiamo sollecitati a partecipare accreditandosi.

Per questo, sentiamo di chiedervi di incoraggiare la partecipazione della popolazione scolastica a tale straordinario evento e, quindi, di giustificare quei ragazzi e ragazze, bambini e bambine che si assenteranno per incontrare il Santo Padre e, magari, produrranno il pass di accesso (tramite i genitori se minorenni, ndr). Così come sen tiamo di chiedervi di essere altrettanto disponibili con il personale che vi chiederà di partecipare usufruendo degli ordinari istituti contrattuali e legali.

Sappiamo che si tratta di una giornata storica e come tale noi la vivremo, lasciando però aperti tutti gli uffici comunali e i siti di vario interesse e frequentazione da parte di cittadini e/o visitatori, nonché attivo ogni genere di servizio pubblico. La scuola ci sembra il primo fra tutti. Certo della vostra collaborazione, saluto tutti e tutti cordialmente».

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome