UN’INTITOLAZIONE PER NORMA COSSETTO

I Consiglieri Comunali Mariatiziana Rutigliani, Simona Summo, Piero Paparella, Vito Cantatore, Luciano Lorusso e Biagio Mastrorilli chiedono al Sindaco e alla giunta ad avviare le procedure affinchè si proceda ad intitolare un luogo della nostra città (via, piazza, giardino, aula presso una scuola o ufficio pubblico) a Norma Cossetto e a tutte le donne vittime di violenza.

“Con la Legge 30 marzo 2004, n. 92, pubblicata sulla G.U. n° 86 del 13 aprile 2004 (“Istituzione del «Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati”), il Parlamento Italiano ha riconosciuto “il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”; la legge ha previsto inoltre la realizzazione di “iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado”, ed ha inteso favorire “da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende”.

“Tra le varie iniziative assunte – spiegano dalle Istituzioni nel corso degli anni vi sono state numerose modifiche alla toponomastica degli Enti locali, mediante intitolazioni di vie, strade e piazze alle Vittime delle foibe”.

Tra le migliaia di vittime delle foibe, una particolare menzione è sempre stata riservata alla tragica morte di Norma Cossetto, insignita in data 9 dicembre 2005 della Medaglia d’oro al merito civile da parte del Presidente della Repubblica Italiana, con la seguente motivazione:  “Giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba. Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio. 5 ottobre 1943 – Villa Surani (Istria)”;

 “Norma Cossetto incarna il sacrificio di tantissime donne che ancora oggi sono vittime di violenza, discriminazione, sopraffazione e che nella nostra città non esiste un luogo intitolato a sua memoria”, scrivono i consiglieri.

Il 25 novembre si celebra la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e che è compito della memoria storica ricordare per non ripetere, il gesto pro Norma Cossetto sarebbe un qualcosa di importante per la nostra città.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: