Home Attualità UNA LETTRICE: “FERROTRAMVIARIA QUANTI DISAGI”

UNA LETTRICE: “FERROTRAMVIARIA QUANTI DISAGI”

538

Una nostra lettrice racconta a ruvesi.it il suo ennesimo episodio di disagio vissuto con Ferrotramviaria.

“Arrivata in stazione poco prima delle 12.00 scopro che due treni sono stati soppressi per cause non note e che sarebbero stati sostituiti da autobus. In attesa dell’arrivo dei pullman si crea una folla di ragazzi in quanto venerdì a Bari c’era un “Open Day” per i liceali”.

“I pullman – prosegue – messi a disposizione da Ferrotramviaria ovviamente non sono sufficienti per i passeggeri e si creano situazioni poco piacevoli, spinte, corse per salire prima degli altri. Dopo quasi mezz’ora di attesa riusciamo a partire da Ruvo, pensando che l’autobus fosse diretto a Bari e invece no. Si ferma a Bitonto. Lì, dicono, ci sia un treno ad aspettarci ma una volta arrivati ci dicono che bisogna attendere mezz’ora per il primo treno utile! Inutile parlare col personale della stazione, dicono non sia colpa loro”.

“Allora perché non sostituire la corsa completamente con un autobus piuttosto che far fare cambi e perdere ulteriore tempo? Chi va a lavoro come giustifica questi ritardi ormai sempre più frequenti? Cosa può fare un pendolare che spesso e volentieri deve far fronte a guasti sulla linea, auto sui binari, passaggi a livello non funzionanti?”, i suoi interrogativi.

“Quantomeno ci si aspetta che, vista la frequenza di questi disagi, l’azienda sia organizzata e preparata e non vengano prese decisioni sul momento in base alle circostanze”, conclude.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome