UN PROGETTO CON LE SCUOLE PER IL CONTRASTO AL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione nel contrasto al gioco d’azzardo patologico.
Dopo essere stato tra i primi nella regione a dotarsi, nel luglio del 2021 di un “Regolamento per la disciplina delle attività che esercitano il gioco d’azzardo e la prevenzione e il contrasto alla diffusione della dipendenza patologica dal gioco”, il Comune di Ruvo di Puglia, attraverso l’Assessorato al Benessere e Giustizia Sociale avvia oggi un nuovo progetto su questo tema dedicato alle scuole.

Con il partenariato della Cooperativa Sociale “Comunità Oasi 2 San Francesco Onlus” gestore della comunità C.A.S.A. don Tonino Bello, la giunta darà continuità agli interventi già messi in campo coinvolgendo le scuole cittadine secondarie di I e II grado, in attività di informazione, studio e conoscenza del fenomeno per sviluppare strategie di prevenzione rispetto ai pericoli del gioco d’azzardo.

Il progetto ha come ulteriori obiettivi quello di aggiornare i dati riferibili ai comportamenti legati al gioco d’azzardo nella popolazione studentesca ruvese tra i 13 e i 19 anni, e quello di procedere alla istituzione del Tavolo Interistituzionale quale Osservatorio permanente sul gioco d’azzardo.

Il progetto si incrocia con la programmazione in corso sviluppata nell’ambito del progetto “A.GAP.E
per la cura delle dipendenze da gioco”, finanziato da Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando Socio – Sanitario 2020, che vede come capofila la Comunità Oasi 2 e un partenariato costituito da AReSS Puglia, dalle ASL di Bari e BAT, da 5 Ambiti Territoriali, ALEA e altre realtà del Terzo Settore locali.

Per la realizzazione delle attività di progetto il Comune stanzierà complessivamente 8.000 euro.

“I dati degli ultimi anni forniti dall’Agenzia delle dogane e dei Monopoli – ha detto l’assessore al Benessere e alla Giustizia Sociale Nico Curci – ci dicono che ammontano a oltre 20 milioni le puntate dai cittadini di Ruvo ogni anno nelle ricevitorie, nelle sale scommesse e nelle sale giochi tra slot machine, video lotterie, “gratta e vinci”. E’ necessario mettere in campo con continuità azioni di informazione, sensibilizzazione e formazione sul tema destinate soprattutto alle cittadine e ai cittadini più giovani. La programmazione che si sta sviluppando sul nostro territorio ci consente di intervenire esattamente in questo ambito e permetterà anche di studiare gli effetti delle nostre azioni nel fenomeno della ludopatia nella nostra comunità e, nel medio periodo, di attivare nuovi servizi per contrastare questo fenomeno.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: