TRAC – TEATRI DI RESIDENZA ARTISTICA CONTEMPORANEA, RUVO PROTAGONISTA

artedì 22 gennaio alle 10:30 nella Mediateca Regionale Pugliese di Bari si terrà la conferenza stampa di presentazione di TRAC (Teatri di residenza artistica contemporanea), primo Centro di residenza teatrale della Regione Puglia. Nato in risposta all’Intesa Stato/Regioni del 21 settembre 2017 e naturale erede della preziosa storia regionale delle Residenze teatrali, TRAC è un progetto che coinvolge  cinque compagnie, quattro teatri e uno spazio studio, per accogliere ogni anno artisti e compagnie in cerca di una casa per la loro ricerca artistica e, contestualmente, incentivare nuove connessioni creative e generative, in ambito socio-educativo. Alla conferenza stampa interverranno Loredana Capone(assessore all’industria culturale e turistica della Regione Puglia), Mauro Paolo Bruno (dirigente regionale della sezione Economia della Cultura) eStefania Marrone (Compagnia Bottega degli Apocrifi – capofila).

Sostenuto dalla Regione Pulglia e dal MIBAC, con il partenariato della Provincia di Taranto e dei Comuni di Novoli, Ruvo di Puglia, Castellana Grotte e Manfredonia, TRAC propone un modello pionieristico di pratica artistica sui territori e rappresenta un unicum nazionale per estensione, caratterizzandosi come vero e proprio Centro diffuso che copre una distanza di oltre 300 km. I Teatri di Residenza Artistica Contemporanea che danno vita al TRAC sono infatti Factory compagnia transadriatica e Principio attivo teatro – Teatro Comunale di Novoli (Le)Teatro CREST – Teatro Tatà di TarantoLa luna nel  letto/Tra il dire e il fare – Teatro Comunale di Ruvo di Puglia (Ba) e spazio Artinscena diCastellana Grotte (Ba);  Bottega degli Apocrifi – Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia (Fg).

Una “best practice” di eco nazionale: solo le Regioni che avevano già nelle annualità precedenti attivato delle Residenze hanno ottenuto dal Ministero la possibilità di dare vita a un Centro. Per questo innovativa e ambiziosa si è rivelata la scelta della Regione Puglia, che ha sostenuto la proposta di un Centro che nascesse dalla relazione tra le periferie pugliesi, scommettendo sulla loro capacità di disegnare nuove mappe di riferimento per la Ricerca in campo artistico. Una scelta che nel 2018 ha fatto già registrare positivi risultati sia nel territorio che oltre i confini, grazie all’ospitalità di circa 30 tra artisti e compagnie seguiti da 22 tutor, per un totale di 125 giornate di residenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: