Home Attualità STRISCE BLU: MODIFICHE E INTEGRAZIONI DELLA SOSTA A PAGAMENTO

STRISCE BLU: MODIFICHE E INTEGRAZIONI DELLA SOSTA A PAGAMENTO

1068

La Giunta Comunale, riunitasi l’8 gennaio 2020, ottenuti i pareri di regolarità tecnica e contabile, ha deliberato l’approvazione integrale delle proposte di modifica ed integrazione dell’assetto del piano nonché delle condizioni e tariffe afferenti la gestione delle aree di sosta veicolare a pagamento, così come rappresentate nel protocollo del 30 dicembre 2019, sottoscritto dal Direttore dell’Area 7 “Polizia Municipale e Mobilità Sostenibile”, dott. Salvatore Berardi, di concerto col referente della azienda concessionaria del servizio, Sig. Mauro Uva.


In particolare, con tale intervento si sono apportate alcune integrazioni e modifiche al contratto con il quale, lo scorso 19.11.2018, sono stati affidati in concessione al R.T.I costituito da A.J. Mobilità S.r.l. e RUA Mobilità S.r.l. i servizi di gestione dei parcheggi a pagamento. Il fine è quello di rendere tale sistema più confacente alle esigenze dell’utenza nonché più aderente alle finalità sottese all’introduzione dello stesso.

Le modifiche, infatti, sono state apportate a seguito delle diverse criticità e proposte avanzate nel primo anno di operatività del piano di sosta veicolare a pagamento dai cittadini e dalle associazioni, oltre che nelle sedute del Consiglio Comunale.

Di seguito le variazioni riguardanti gli ambiti territoriali, così come approvate dalla Giunta comunale con voto all’unanimità:

zona marrone: si è convenuto che, a seguito delle evidenziate difficoltà legate al reperimento di spazi di sosta veicolare, il sistema di sosta a pagamento, già operante per le parallele e traverse, sia esteso su Via Loria e inglobi, altresì, il tratto di via N. Rosselli (da via Gioberti a via Gesmundo), caratterizzato dalla impossibilità di parcheggio per via delle dimensioni della carreggiata e della esistenza di percorso pedonale sulla carreggiata stradale;

zona gialla: si è stabilito che, a causa dell’impossibilità di parcheggio per via delle caratteristiche tecniche della carreggiata, sia inglobato nel sistema di sosta veicolare a pagamento il tratto di via Fanfulla (da via Carità a via De Amicis);

Zona Celeste: per garantire una maggiore disponibilità di spazi di sosta a beneficio dei residenti nella zona in oggetto, titolari di abbonamenti, si è convenuto di includere nel sistema a pagamento gli stalli di sosta posti in adiacenza al versante Guardie Campestri/Banca Popolare di Bari, originariamente ad esclusiva tariffa ordinaria.

  • Stante l’inutilizzabilità da parte dell’utenza, si è giunti, inoltre, alla decisione di eliminare gli stalli di sosta tariffata esistenti sul terzo isolato di via Caputi, via Laurora, via Carducci, secondo isolato di via Dell’aquila e ultimo tratto di via N. Sauro a partire da via R. Cotugno verso via Togliatti.
  • Per facilitare una maggiore reperibilità di spazi di sosta, anche in virtù delle diverse attività commerciali operanti in zona, e stante la cospicua disponibilità di spazi a tariffa agevolata su corso Cotugno, si è ritenuto di rendere a tariffa ordinaria gli stalli di sosta posti sul tratto di detto corso ricompreso tra le vie Bonanno/N. Rosselli e la piazza Matteotti, attualmente a tariffa agevolata.
  • Si è reso necessario, altresì, suddividere idealmente la zona verde, come attualmente strutturata, in tre parti, delimitate dalla proiezione delle strade che perimetrano le altre zone. In particolare, ci saranno tre sotto ambiti: quello in proiezione alla zona marrone, da via Oberdan a via Amendola, quello in proiezione alla zona gialla, da via Amendola a via Moro e, infine, quello in proiezione alla zona celeste, da via Moro a via S.Barbara.

Con riguardo, invece, alle tariffe sono state apportate le seguenti modifiche:

  • Per i residenti nel Nucleo Antico, che avevano il diritto di richiedere l’abbonamento a tariffa agevolata per massimo 2 autovetture ad insediamento/lavorativo (Euro 30.00 per il primo e Euro 50.00 per il secondo), che consentiva di sostare in tutti gli ambienti territoriali, è stata prevista la possibilità di optare per una forma alternativa di abbonamento che prevede la tariffa annua di Euro 25.00 per massimo di 3 veicoli, con beneficio, però, limitato ad una sola delle zone a scelta tra quelle contrassegnate dal colore marrone, giallo e celeste. Resta esclusa la zona verde.
  • Ferma restando la possibilità di ottenere l’abbonamento per l’area contrassegnata dal colore verde alle stesse condizioni tariffarie e territoriali dello scorso anno, i residenti delle strade che hanno diritto a quest’ultimo possono, altresì, scegliere alternativamente un’altra zona di riferimento, aderendo alla tariffa prevista per la zona prescelta.
  • Ulteriore novità riguarda l’introduzione, in via sperimentale, della nuova tariffa ordinaria per la sottoscrizione dell’abbonamento su tutte le quattro zone, pari ed Euro 250,00 per tutto l’anno ed Euro 50.00 per ogni singolo mese.
  • Confermata  l’esenzioni per tutto il 2020 per i veicoli condotti dai diversamente abili. Prevista, altresì, l’esenzione tariffaria per i veicoli posti effettivamente al servizio dei diversamente abili e quindi condotti da un “accompagnatore” degli stessi purché, in entrambi i casi, venga esposto sul mezzo condotto/al servizio del diversamente abile un distintivo particolare rilasciato dall’azienda concessionaria a richiesta degli interessati e sempre a condizione che non risultino disponibili, nei pressi del luogo di parcheggio, stalli di sosta dedicati a portatori di handicap. Tale agevolazione è stata introdotta anche in attuazione dell’ordine del Giorno presentato dai Consiglieri di maggioranza in data 29.11.2019. La stessa prevede: 1) che l’operatività debba avere decorrenza dal 1 marzo 2020 al fine di consentire di strutturare una utile ed efficace strategia di controllo; 2) che il beneficiario non operi nell’ambito degli stalli di sosta contraddistinti quali a tariffa ordinaria; 3) che il personale del Comando di Polizia Locale agisca in stretta sinergia con il personale della concessionaria per verificare i casi corretti di utilizzo e, conseguenzialmente, per sanzionare l’utilizzo illecito del beneficio; 4)che a fronte del beneficio, con durata sperimentale sino al 31.07.2020 e con rinnovo per ulteriori mesi 5 (sino alla fine dell’anno 2020), venga riconosciuta dal Comune una decurtazione del canone concessionario nella misura forfettaria di Euro 1-500,00 pro mese; 5) che al termine della sperimentazione, si effettueranno le verifiche necessarie finalizzate all’eventuale rideterminazione dell’importo mensile in deduzione del canone, sulla scorta dei dati della gestione acquisiti a consuntivo.
  • Parimenti immutate le agevolazioni tariffarie già in vigore per i dipendenti di ditte private ed Enti pubblici ricadenti in zone contrassegnate dalle strisce blu. il costo dell’abbonamento sarà di Euro 60.00/120.00 annui a seconda che gli stessi utilizzino l’auto in una sola delle due fasce orarie antimeridiane (9.30-13.30) ovvero pomeridiane (17.00-21.00), ovvero in entrambe. Il beneficio de quo sarà circoscritto alle singole zone territoriali specificamente individuate dall’azienda concessionaria.
  • Confermata anche la gratuità tariffaria, solo per i residenti, per le auto ad alimentazione elettrica, comprese le ibride, purché in possesso di apposito contrassegno rilasciato dall’azienda.
  • Confermate, infine, per la categoria dei commercianti operanti negli ambiti territoriali delle soste a pagamento, i seguenti strumenti: tessere/card dal costo 4 €, sul quale l’esercente può accreditare somme, che fungeranno da “borsellino elettronico”, da poter cedere ai propri clienti per sostare nelle zone a pagamento. L’azienda caricherà le tessere con un credito maggiorato del 10% rispetto al corrispettivo pagato per tutti i commercianti che acquisteranno un quantitativo minimo di 500 tessere.
  • Invariata anche la disciplina contrattuale della sosta di cortesia che riconosce il beneficio, senza alcun corrispettivo, di poter parcheggiare il proprio veicolo all’interno delle strisce blu per un lasso di tempo pari a 10 minuti, una tantum pro die e pro autoveicolo, previa esibizione sul cruscotto del ticket di sosta gentile.
  • Per i primi tre mesi dell’anno, inoltre, è confermata, in via sperimentale, la gratuità per la sosta dei veicoli intestati ai medici di famiglia (inclusi i pediatri), desumibili da elenco ufficiale dei detti professionisti operanti nel comune, nei casi di visite domiciliari d’urgenza.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome