STASERA IL FESTIVAL VIATOR

Mercoledì 21 dicembre  il Festival Viator, Menti, cuori e corpi sulle vie francigene del Sud torna a Ruvo di Puglia, Teatro Comunale ore 20.30, con il concerto Maresìa di Fabrizio Piepoli accompagnato per l’occasione da Ziad Trablesi dell’Orchestra di Piazza Vittorio  (informazioni e biglietti www.festivalviator.it 333 404 2884).  In portoghese la parola “Maresìa” è la spuma di mare che si vaporizza nell’aria quando il vento sferza la cresta delle onde. Maresìa simboleggia l’incessante mescolarsi di lingue, storie, genti del passato, del presente, del futuro. E’ questo il titolo del nuovo lavoro discografico di Fabrizio Piepoli che in questa occasione viene presentato dal vivo avvalendosi della straordinaria presenza del musicista tunisino Ziad Trabelsi, una delle colonne portanti dell’Orchestra di Piazza Vittorio. L’universo fluido e melismatico della vocalità di Fabrizio Piepoli, insieme ai suoi strumenti chitarra battente, oud e saz, si intreccia con la voce suadente di Ziad Trablesi e il virtuosismo del suo liuto arabo per dar vita a un concerto che fonde la musica popolare e d’autore pugliese e del Sud Italia con la grande tradizione melodica arabo-andalusa. Questo nuovo sound, che Fabrizio Piepoli chiama “tarabtella”, è l’incontro fra tarantella pugliese e il tarab della melodia araba, la gioia della danza e l’estasi dell’ascolto, in un racconto appassionato delle radici comuni.  Sul palco Fabrizio Piepoli, voce, chitarra battente, oud, saz con Ziad Trablesi, voce e oud.

Fabrizio Piepoli cantante, polistrumentista, autore, studioso delle tradizioni musicali del Mediterraneo, ha studiato pianoforte e canto corale presso il Conservatorio ‘Nino Rota’ di Monopoli. Dal 2021 insegna Canto e Musiche tradizionali presso il Conservatorio di Lecce. Per molti anni collaboratore di Raiz e Radicanto, ha suonato tra gli altri con Teresa De Sio, Lucilla Galeazzi, Bobby Mc Ferrin, David Murray. La sua poliedricità di ammaliante interprete dalla vocalità raffinata, di polistrumentista e compositore si muove a cavallo tra le musiche popolari e d’autore di Oriente e Occidente, fra le tradizioni melodiche del Sud Italia e del mondo arabo-andaluso.

Ziad Trabelsi musicista, cantante, compositore. Nasce a Tunisi nel 1976 in una famiglia d’arte. Suo padre è stato un importante musicista e compositore dell’Orchestra araba della Medina di Tunisi. Nel 1994 si diploma al Conservatorio. L’incontro con Roma, dove vive dal 2002, lo ha spinto a cercare un dialogo artistico tra la grande tradizione araba e le suggestioni musicali d’occidente: la canzone francese e italiana, ma anche il mondo delle songs e dei riffs provenienti dal rock e dal blues anglo-americano. Ziad, con il suo oud, il liuto arabo, mescola tutto ciò, mantenendo un profondo legame con le sue origini mu

Mercoledì 21 dicembre  il Festival Viator, Menti, cuori e corpi sulle vie francigene del Sud torna a Ruvo di Puglia, Teatro Comunale ore 20.30, con il concerto Maresìa di Fabrizio Piepoli accompagnato per l’occasione da Ziad Trablesi dell’Orchestra di Piazza Vittorio  (informazioni e biglietti www.festivalviator.it 333 404 2884).  In portoghese la parola “Maresìa” è la spuma di mare che si vaporizza nell’aria quando il vento sferza la cresta delle onde. Maresìa simboleggia l’incessante mescolarsi di lingue, storie, genti del passato, del presente, del futuro. E’ questo il titolo del nuovo lavoro discografico di Fabrizio Piepoli che in questa occasione viene presentato dal vivo avvalendosi della straordinaria presenza del musicista tunisino Ziad Trabelsi, una delle colonne portanti dell’Orchestra di Piazza Vittorio. L’universo fluido e melismatico della vocalità di Fabrizio Piepoli, insieme ai suoi strumenti chitarra battente, oud e saz, si intreccia con la voce suadente di Ziad Trablesi e il virtuosismo del suo liuto arabo per dar vita a un concerto che fonde la musica popolare e d’autore pugliese e del Sud Italia con la grande tradizione melodica arabo-andalusa. Questo nuovo sound, che Fabrizio Piepoli chiama “tarabtella”, è l’incontro fra tarantella pugliese e il tarab della melodia araba, la gioia della danza e l’estasi dell’ascolto, in un racconto appassionato delle radici comuni.  Sul palco Fabrizio Piepoli, voce, chitarra battente, oud, saz con Ziad Trablesi, voce e oud.

Fabrizio Piepoli cantante, polistrumentista, autore, studioso delle tradizioni musicali del Mediterraneo, ha studiato pianoforte e canto corale presso il Conservatorio ‘Nino Rota’ di Monopoli. Dal 2021 insegna Canto e Musiche tradizionali presso il Conservatorio di Lecce. Per molti anni collaboratore di Raiz e Radicanto, ha suonato tra gli altri con Teresa De Sio, Lucilla Galeazzi, Bobby Mc Ferrin, David Murray. La sua poliedricità di ammaliante interprete dalla vocalità raffinata, di polistrumentista e compositore si muove a cavallo tra le musiche popolari e d’autore di Oriente e Occidente, fra le tradizioni melodiche del Sud Italia e del mondo arabo-andaluso.

Ziad Trabelsi musicista, cantante, compositore. Nasce a Tunisi nel 1976 in una famiglia d’arte. Suo padre è stato un importante musicista e compositore dell’Orchestra araba della Medina di Tunisi. Nel 1994 si diploma al Conservatorio. L’incontro con Roma, dove vive dal 2002, lo ha spinto a cercare un dialogo artistico tra la grande tradizione araba e le suggestioni musicali d’occidente: la canzone francese e italiana, ma anche il mondo delle songs e dei riffs provenienti dal rock e dal blues anglo-americano. Ziad, con il suo oud, il liuto arabo, mescola tutto ciò, mantenendo un profondo legame con le sue origini musicali. Dal 2002 è una delle colonne portanti dell’Orchestra di Piazza Vittorio, in qualità di cantante, strumentista, autore.

Il festival Viator Menti, cuori e corpi sulle vie francigene del Sud, con la direzione artistica di Giovannangelo de Gennaro e Michele Lobaccaro, da otto edizioni coniuga l’arte con l’affascinante mondo dei cammini e del pellegrinaggio e il programma delle prossime settimane mette in dialogo realtà musicali che oltrepassano i confini esteriori ed interiori, alla ricerca di nuovi orizzonti umani, oltre che artistici. I biglietti e gli abbonamenti sono acquistabili sul sito di Vivaticket e in loco la sera del concerto.  Per informazioni www.festivalviator.it

Dal 2002 è una delle colonne portanti dell’Orchestra di Piazza Vittorio, in qualità di cantante, strumentista, autore.

Il festival Viator Menti, cuori e corpi sulle vie francigene del Sud, con la direzione artistica di Giovannangelo de Gennaro e Michele Lobaccaro, da otto edizioni coniuga l’arte con l’affascinante mondo dei cammini e del pellegrinaggio e il programma delle prossime settimane mette in dialogo realtà musicali che oltrepassano i confini esteriori ed interiori, alla ricerca di nuovi orizzonti umani, oltre che artistici. I biglietti e gli abbonamenti sono acquistabili sul sito di Vivaticket e in loco la sera del concerto.  Per informazioni www.festivalviator.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: