Settore immobiliare, l’evoluzione durante l’epidemia

Il settore immobiliare è una categoria di notevole interesse che stupisce anche durante la pandemia, superando addirittura i livelli registrati ancora prima dello scoppio del Covid 19.

Una notizia che allieta tutte le persone che desiderano vendere e acquistare, con un incontro tra domanda e offerta di sicuro interesse anche durante un periodo storico incerto e difficile. L’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate ha voluto studiare e confrontare tutti i dati a disposizione prendendo in riferimento il secondo trimestre del 2021 con il 2019 e 2020.

Una fotografia della situazione doverosa considerando che tutto nel mondo è cambiato da un giorno all’altro. Grazie all’Osservatorio si è appreso che, da aprile a giugno 2021, sono state compravendute 85 mila unità in più del 2020. Questo significa un totale che supera le 200 mila abitazioni e un +73,4% di variazione tendenziale.

Da questi dati si capisce di come il settore abbia potuto respirare nonostante la pandemia e anche di quanto sia importante effettuare la corretta valutazione immobile, prima di vendere e comprare. Al fine di poter svolgere tutti gli step in maniera corretta, il consiglio è di rivolgersi a soli esperti del settore.

Tra i più rilevanti, Dove.it è una agenzia immobiliare che opera sul mercato a fianco dei clienti da oltre 20 anni. È caratterizzata dalla versatilità e semplicità con la quale poter avere una valutazione online gratuita senza perdite di tempo. Il concetto di semplicità è determinante al giorno d’oggi, quando incontrarsi di persona diventa difficile e avere un’idea  in merito al valore del proprio immobile quasi impossibile!

Tutto questo per fare in modo che i dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate siano costantemente positivi. Per esempio, il confronto del 2021 rispetto al 2019 è ancora più interessante con circa 42 mila transazioni in tutte le Regioni pari ad una crescita del 26%. Non sono solo numeri, ma consapevolezza di come le persone abbiano continuato a vivere, investire e pensare al proprio futuro senza mai arrendersi.

Il Fisco ha notato che i tassi tendenziali annui sono nettamente in positivo, con il massimo rialzo nelle Isole (e il minimo al Nord Est): un modo corretto di rivalutare la propria vita e cambiarla considerato il periodo.

Ma allora la casa è un bene sul quale continuare ad investire? Assolutamente sì e lo si nota anche dal numero di operazioni mobiliari e accensione dei mutui ipotecari registrati negli ultimi periodi. Non solo prima casa ma anche seconda, quella che si usa per le vacanze o per “scappare” dalla routine quotidiana.

Secondo i dati del secondo trimestre 2021 è stato registrato il 29% di cambio proprietario senza agevolazioni o sconti particolari.

Aprendo una piccola parentesi in merito a questi dati, Genova è la città dei primati con aumento del 32,7% dal 2019 al 2021. Un trend positivo per il settore immobiliare che rivoluziona completamente il periodo storico che si sta vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: