Home Sport PRIMA PUNTATA: "I RUVESI SCRIVONO, SALOMONE RISPONDE".

PRIMA PUNTATA: "I RUVESI SCRIVONO, SALOMONE RISPONDE".

1177
“I ruvesi scrivono, Michele Salomone” risponde. Ecco la rubrica numero 1! Buona lettura!
– Michele come giudichi la gara di sabato? Davide
“Una gara interpretata male e giocata peggio. La sconfitta e’ sacrosanta, senza attenuanti. Del re4sto se fai un solo vero tiro in porta in 90 minuti, non puoi rivendicare nulla. Non sono mancati, a mio giudizio, errori del tecnico, a cominciare da alcune discìutibili scelte, tenuto conto dell’avversario. Perche’, per esempio, un lottatore come Romizi e’ stato tenuto in panchina? Perche’ niente turn over a centrocampo cosniderate le tre partite in otto giorni? “.
– Michele abbiamo chance play-off noi e il nostro Bari? Saluti! Francesco
“Le possibilita’ per andare ai play off ci sono tutte, nonostante il distacco sia cresciuto a sei lunghezze, ma serve una squadra diversa, in grado di garantire continuita’ nei risultati e nel gioco. La squadra di Avellino mi fa pensare piu’ ai play out che ai play off”.
– Il calcio italiano è ormai alla frutta. La vicenda Parma cosa insegna? Michele 
“La vicenda del Parma insegna che la repubblica delle banale esiste anche nel calcio italiano. Cosa hanno fatto la Covisoc (l’organo di controllo della Federcalcio), gli organi di controllo statutari della societa’, come non hanno potuto accorgersi di un buco di 100 milioni di euro? E’ serio tutto questo? Il fatto ancora piu’ sconcertante e’ che non c’e’ nessuno che pensa alle dimissioni. E il circo continua i suoi spettacoli……”.
– Michele sabato non si deve sbagliare, anche se non bisogna sottovalutare gli avversari. Giovanni
“In serie B, come nella vita, se sottovaluti il tuo avversario non vai da nessuna parte. Fra lò’altro il Varese ha esonerato Dionigi e si e’ affidato al vecchio allenatore. Sembra che ci sia stata una pressione della squadra che avrebbe garantito il massimo impegno se si fosse tornati al passato. Ora vogliono dimostrarlo con i fatti. Bari avvisato, mezzo salvato……”.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome