Home Palazzo Avitaja REVOCA DELLA DELIBERA RIGUARDANTE LE MODIFICHE ALL’ASSETTO DEL PIANO DELLE SOSTE A...

REVOCA DELLA DELIBERA RIGUARDANTE LE MODIFICHE ALL’ASSETTO DEL PIANO DELLE SOSTE A PAGAMENTO: LA DISCUSSIONE IN CONSIGLIO

227

In occasione del Consiglio Comunale dello scorso 6 febbraio, con la presentazione di un punto all’ordine del giorno dei Consiglieri Piero Paparella e Damiano Binetti da una parte e con una mozione dei Consiglieri Mariatiziana Rutigliani, Antonello Paparella e Orazio Saulle dall’altra è stata chiesta la revoca della delibera della Giunta Comunale n.8/2020 e del relativo protocollo avente ad oggetto le modifiche ed integrazioni all’assetto dell’impianto delle soste veicolari a pagamento nonché delle condizioni e tariffe afferenti la gestione del servizio.

Dopo aver accorpato la discussione sui due punti e aver accertato l’assenza dei necessari pareri tecnici sulla mozione (circostanza, quest’ultima, che ha visibilmente alterato il Consigliere d’opposizione Antonello Paparella), si è entrato nel merito della questione.

A prendere la parola per primo è stato il Sindaco Chieco che, convinto che l’oggetto dei due punti riguardasse quella parte della delibera di Giunta afferente la questione dei parcheggio per i disabili, successivamente revocata, ha affermato di dover considerare, da un punto di vista giuridico, oltremodo superati i due punti in parola.

Ciò è stato prontamente smentito dal Consigliere Antonello Paparella il quale ha precisato che la mozione dallo stesso presentata, congiuntamente a Saulle e a Rutigliani, è stata presentata per consentire al Consiglio Comunale di impegnare la Giunta a revocare la delibera n.8 del 08.01.2020 in toto e non solo parte di essa, come già avvenuto, oltre che del protocollo allegato e sottoscritto in data 30.12.2019.

Dello stesso avviso, con riferimento all’ordine del giorno di cui al punto n.9, anche il Consigliere Binetti. Ciò in quanto, dall’esame degli atti disponibili, non è risultato in alcun modo che al Comandante della Polizia urbana, nonché direttore dell’area 7, sia stato fornito alcun indirizzo amministrativo-politico per la sottoscrizione, assieme all’azienda concessionaria del servizio, del protocollo di cui sopra.

A fronte di ciò, lo stesso ha chiesto alla Segretaria Generale, Dott.ssa Tampaia, se, in assenza di un atto formale di indirizzo di Giunta, il protocollo d’intesa poteva validamente essere stipulato. Immediata la risposta di quest’ultima la quale ha specificato che tali indirizzi non devono necessariamente essere adottati dalla Giunta, ben potendo provenire anche dall’Assessore competente.

Il Consigliere Antonello Paparella ha chiesto, poi, di verificare quale fosse la competenza della Giunta rispetto al Consiglio Comunale. Ed invero, lo stesso ha evidenziato che qualsiasi variazione rispetto all’atto adottato inizialmente da quest’ultimo organo, anche relativo alle zone di sosta o alle tariffe, doveva necessariamente ad esso ritornare. Il non verificarsi di tale situazione costituisce, pertanto, a detta di Paparella, un ulteriore motivo per chiedere la revoca dell’intera delibera n.8.

La smentita è arrivata dalla Segretaria Generale la quale ha asserito che, per espressa previsione di legge, spetta alla Giunta la competenza sulla regolamentazione delle aree di sosta.

Di tale avviso anche il Consigliere Piero Paparella il quale, tuttavia, è tornato ad insistere sulla revoca de quo. Ciò in quanto il protocollo tra il dirigente dell’area 7 e l’azienda concessionaria del servizio è stato sottoscritto in data 30 dicembre, ovvero ben 9 giorni prima dell’adozione, in data 8 gennaio 2020, della deliberazione di Giunta. E’ evidente allora, ha continuato Paparella, che essendo il protocollo privo di un atto di indirizzo, lo stesso deve necessariamente essere considerato illegittimo dal punto di vista normativo. Prima della votazione è intervenuto sul tema il Sindaco Chieco il quale ha rappresentato che, sia nel punto  all’ordine del giorno di cui al n. 9 sia nella mozione di cui al n.11, si fa riferimento esclusivamente al tema del parcheggio gratuito per i diversamente abili (già oggetto della revoca da parte della Giunta) e non già all’assenza dell’atto formale di indirizzo amministrativo-politico.

La votazione sul punto n.9 ha ottenuto il voto favorevole da parte di 4 Consiglieri Comunale e quello contrario di 6.

Per ciò che concerne la mozione di cui al punto 11, invece, la Consigleira Rutigliani ha insistito affiché la discussione sul punto avvenga non appena si avrà la disponibilità dei pareri necessari, fermo restando che, come espresso sia nell’oggetto che nella parte conclusiva  della mozione, sarò chiesta la revoca della delibera in toto.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome