Home Cultura Rcf, successo per il Coro degli Angeli

Rcf, successo per il Coro degli Angeli

333

Dopo il successo delle prime due edizioni, anche quella inauguratasi ieri sera presso il sagrato della Cattedrale di Ruvo di Puglia, fa promettere bene. Ormai l’evento annuale dell’Associazione Corale Polifonica “Michele Cantatore”, Ruvo Coro Festival, con la direzione artistica di Angelo Anselmi, non smette di stupire, e lo fa presentando al pubblico ruvese novità corali scoperte al di là dei nostri confini regionali. Ieri sera, infatti, il primo atto della rassegna, intitolato Voci di Pace, è stato affidato alle ammalianti voci del Coro degli Angeli dell’Università di Roma. Quindici studenti universitari, tutti di origine africana, hanno riscaldato l’atmosfera ruvese cantando e suonando dal vivo musica etnica d’origine che ha coinvolto tutto il pubblico presente ed interpretando, in maniera originalissima, arrangiamenti di brani pop rivisitati secondo la cultura africana; tra i più applauditi Stand by me, iniziato in chiave gospel e terminato su un allegro ritmo africano. La dolcissima voce di Blondine ha emozionato il pubblico con una particolare esecuzione di Dolce sentire.
“Il concerto del Coro degli Angeli – spiega il direttore artistico Angelo Anselmi – ha raggiunto ancora una volta l’obiettivo di Voci di Pace, prima parte del RCF, favorendo il confronto e il dialogo sociale tra culture diverse. Questa sera, le melodie africane si sono alternate alla musica occidentale, pop e classica, dimostrando la piena integrazione di questi giovani provenienti dall’Africa. Pregevole l’esecuzione dell’Alleluja di Haendel, a cappella e con accenti della musicalità etnica.”
La musica viene dunque presentata come esperienza di miglioramento, capace di favorire l’attenzione ai temi civili e ai temi del dialogo fra i popoli e di promuovere la pace come finalità primaria di tutti i popoli. Tale obiettivo prosegue anche nella serata odierna, 4 ottobre ore 20:30 sul Sagrato della Cattedrale, con l’esibizione di “Raiz e Radicanto”, a conferma del forte interesse della rassegna all’incontro fra esperienze e generi musicali differenti. Dal 17 ottobre, la seconda parte del RCF, continua con “Voci delle Cattedrali”.


Rosanna Stragapede

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome