Quel filo rosso che lega Vincenzo Di Gioia a “Bird”

“The Bird is still flying”. Charlie Parker jr. “Bird” vola ancora e i brani del fondatore del bebop saranno riproposti da un ensemble di musicisti nell’omonimo tribute-concert sabato 28 luglio, alle 21.30, nell’ambito del “Sovereto Festival”,  affidato  alla direzione artistica del Maestro Paolo Lepore.

A rendere omaggio al prodigioso sax alto, nato a Kansas City nel 1920 e scomparso a soli trentacinque anni a New York, sono il giovanissimo Vincenzo Di Gioia (sax); Giuseppe Todisco (tromba); Andrea Gargiulo (piano); Pasquale Gadaleta (contrabbasso) e Vincenzo Mazzone (batteria).

Nel piccolo borgo poco distante da Terlizzi, capolavori del jazz come Now’s the Time, Ornithology, Lover Man, la cui prima seduta di registrazione entrò nella leggenda per l’intensa sofferenza espressa da Parker, fluiranno dagli strumenti del quintetto secondo una personale interpretazione.

A Charlie Parker jr sono stati tributati concerti dai grandi del jazz e del pop, canzoni, liriche e, nel 1988, il film “Bird” per la regia di Clint Eastwood.

Il giovane musicista maudit – grande consumatore di droghe e alcol – ha influenzato poetiche e stili con la sua tecnica pura, le brillanti improvvisazioni. Un modello e punto di riferimento musicale  è certamente per il giovane Di Gioia, enfant prodige del sassofono e allievo del Maestro Pino Caldarola, scopritore del suo talento.

La serata di Sovereto non è il primo tributo a Parker a cui Di Gioia dà il suo contributo. Il 19 maggio scorso ha inaugurato proprio con un ricco repertorio di Bird, insieme a Mazzone, Gargiulo e Gadaleta, le manifestazioni di fine anno accademico dell’Università della Terza Età e Centro Studi “N. Cassano”di Ruvo di Puglia.  Tra l’altro, un filo rosso lega il giovane sassofonista ruvese, che ha suonato per Fausto Leali, e Bird: una data. Bird morì il 12 marzo 1955; Vincenzo Di Gioia è nato il 12 marzo 2003. Un’analogia a cui il nostro tiene tanto perché la considera una porta, una finestra che consente un ideale passaggio di testimone.

Talento molto apprezzato, Di Gioia è stato finalista nell’edizione 2017 del talent “Stella del Sud”, ospite musicale fisso a “E’ ora di te”, programma di Teleregione, di recente ha partecipato a importanti eventi musicali nel territorio: al”Jazz.it#6″ a Montegrosso – frazione di Andria – dal 22 al 24 giugno e, insieme alla pianista Maria Teresa Gallicchio, si è esibito come  sax solista nel Concerto dell’Orchestra Sociale Giovanile “Musica in Gioco” diretta dal Maestro Andrea Gargiulo, ad Adelfia, lo scorso 8 luglio.

Ora lo attende Parker a Sovereto. “The Bird is still flying”.

“The Bird is still flying” – “Sovereto Festival”

Vincenzo Di Gioia (sax); Giuseppe Todisco (tromba); Andrea Gargiulo (piano); Pasquale Gadaleta (contrabbasso) e Vincenzo Mazzone (batteria)

Palco B, ore 21.30 – Ingresso gratuito

(Foto © Sabino G.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: