PILLOLE RUVESI n.32: CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE

Conosciuta per la sua unicità, la Chiesa della Madonna delle Grazie, fuori dal centro abitato, è la protagonista di questa pillola ruvese.

La piccola chiesetta fu costruita nel Seicento sotto l’episcopato di Cristoforo Memmolo, nei pressi della via Appio-Traiana. Il santuario, nel suo essere rudimentale, divenne ben presto luogo di pellegrinaggio per via dell’affresco della Madonna col Bambino, risalente XVI secolo poi rinominata dai fedeli come Madonna delle Grazie, per le tante grazie che la Madonna riservava ai suoi fedeli.
C’è un importante documento contenuto nell’Archivio Capitolare di Ruvo, datato 20 dicembre 1645, firmato e sigillato dal vescovo Memmolo. Si tratta della bolla di erezione della chiesa, in cui si narra che nel 1644 una notevole folla di fedeli si constatò nel santuario.

 

Curiosità: nella foto sottostante, in un nero così saturo, c’è Vincenzo, il “romito” che abitava in solitaria presso il santuario, facendone da custode. Vincenzo chiese e gli fu accettato questo ruolo dopo aver scontato trent’anni di carcere per aver ucciso la moglie scoperta in tradimento.

(Fonte: Mons. Vincenzo Pellegrini, Ruvo Sacra, Fasano, Schena Editore, 1994)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: