Attualità

MONITORAGGIO SCUOLE, RUVO ANCORA A 0 CONTAGI. EVIDENTE L’ERRORE DI COMUNICAZIONE

Il report Asl per la terza settimana consecutiva afferma che non ci sia circolazione di virus nelle scuole ruvesi. Pare evidente un errore di comunicazione dei dati da parte dell’ente preposto alla raccolta dei dati.

Resta invariata rispetto alla settimana scorsa la circolazione del virus nelle scuole. Sono infatti 1103 i casi di nuove positività seguiti e presi in carico dall’Eic, centrale operativa della sorveglianza sanitaria della ASL: nella settimana fra il 31 gennaio e il 6 febbraio sono stati tracciati 1103 casi in ambito scolastico, sostanzialmente in linea con i 1110 positivi della settimana precedente, fra il 24 e il 30 gennaio.

“Il dato complessivo resta simile a quello della settimana scorsa – commenta Severina Cavalli, referente team Covid scuole Eic – solo nelle scuole secondarie di primo grado si è registrato  un aumento, ma nello stesso tempo assistiamo anche ad una diminuzione di infezioni nell’infanzia. In generale – prosegue Cavalli – l’andamento è in linea con la situazione epidemiologica della popolazione”.

Dei 1103 casi, 1026 sono riferiti a studenti e 77 a personale scolastico. Nel dettaglio del monitoraggio, le positività sono così distribuite: 415 nelle scuole primarie (388 alunni e 27 personale scolastico), 280 nelle scuole secondarie di secondo grado (267 alunni e 13 personale scolastico), 232 nelle scuole secondarie di primo grado (228 alunni e 4 personale scolastico) e 176 nelle scuole dell’infanzia (143 alunni e 33 personale scolastico).

Le classi che attualmente sono interessate da un provvedimento di quarantena sono 263, anche in questo caso si tratta di un andamento costante rispetto alle 255 classi isolate la settimana scorsa in tutti gli istituti.  Il numero più elevato di infezioni tra gli studenti è stato ancora una volta tracciato nella scuola primaria.

Intanto il Dipartimento di prevenzione è impegnato anche sul fronte delle vaccinazioni pediatriche che finora hanno raggiunto numeri e coperture da record in provincia di Bari. Con oltre 67mila somministrazioni eseguite finora è stata conquistata una copertura nella fascia di età 5-11 anni pari al 54 per cento in tutta la provincia con almeno una dose e al 36 per cento con seconda dose. Altissima è stata l’adesione alla campagna vaccinale dell’altra fascia di età studentesca 12- 19 anni, tanto che ad oggi il 99 per cento dei ragazzi nella città di Bari risulta coperto con almeno una somministrazione di vaccino e il 96 per cento in tutta la provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!