LUCA MAZZONE E IL SUO INSEGNAMENTO: ANDARE OLTRE

Oramai abbiamo utilizzato tutti gli aggettivi e le metafore per sottolineare la grandezza umana e sportiva dell’uomo Luca Mazzone. Il consiglio comunale, convocato in sessione straordinaria, ha voluto tributare il giusto riconoscimento a un campione nella vita, fuori e dentro una pista sulla quale praticare l’hand-bike è una gioia, una dimostrazione straordinaria dell’essenza della vita.

Il tributo istituzionale è stato vissuto con molta emozione, perchè l’esempio di Mazzone va estrapolato e portato nel contesto quotidiano di ciascuno di noi, sistematicamente.

Alla presenza della giunta, del consiglio comunale, del sindaco di Ruvo di Puglia, Pasquale Chieco, e del sindaco di Terlizzi, Ninni Gemmato, nell’aula “S. Pertini” l’atleta è stato accolto da un grande applauso, sincero, festoso.

A prendere la parola, la consigliera comunale Raffaella Di Terlizzi, la quale ha ringraziato Luca Mazzone per il risultato sportivo ottenuto: “Grazie a te abbiamo ripreso a sognare un mondo in cui si possono superare i limiti, composto da persone per bene. Un mondo libero dalle preoccupazioni di ogni giorno. Un mondo in cui ci sia tenerezza, la stessa con cui i bambini ti chiedono gli autografi“.

Orazio Saulle ha rispolverato il suo passato sportivo, per sottolineare il peso della “maglia” indossata: “Io ho giocato a livello dilettantistico nella e quando ho indossato per la prima volta la maglia della mia città ho provato un’emozione grande. Mi sono chiesto cosa si potesse provare a indossare la maglia della nazionale italiana e portare a casa tre medaglie“.

Sei la grande dimostrazione – ha fatto eco Mariatiziana Rutigliani – che si possono vincere gli ostacoli e che le difficoltà non esistono. Lo sport paraolimpico deve essere considerato e guardato in quanto cultura e soprattutto perché esalta l’abilità e non la disabilità. Oggi festeggiamo Luca Mazzone e dobbiamo ricordarci di lui tutti i giorni. Ci dai un insegnamento profondo, cioè che non si arriva in vetta per caso ma bisogna lavorare tanto. Ci impegneremo per abbattere ogni tipo di barriera“.

Il sindaco Gemmato si è detto logicamente orgoglioso delle imprese realizzate da Luca: “Continua a farci emozionare. In questo momento è il rappresentante morale di un’intera comunità. Ha deciso di fidanzarsi con la fatica, infatti chi lo ha visto allenarsi ha notato in lui della determinazione e il modo il cui il suo dramma è riuscito a renderlo una molla di slancio che lo ha messo nelle condizioni di poter competere. Se tutti noi ci fidanzassimo con la fatica partoriremmo un mondo migliore“!

Il sindaco Chieco ha espresso la sua gratitudine per le emozioni ricevute: “Il coinvolgimento delle istituzioni, in questo caso, sta nella valenza collettiva che questo testimonia e realizza. Il consiglio comunale è un luogo in cui ci sono divisioni, invece oggi ci ritroviamo tutti e quindi è una vittoria che aggrega. Ho associato il tuo viso al viso del nostro concittadino Cantatore. Quando pensiamo ai campioni del mondo, pensiamo a delle figure grandi e lontane da noi, invece la tua vittoria dimostra che non è così. Tu sei un campione generoso“.

Dopo gli interventi dei consiglieri, la parola a Luca Mazzone: “Bisogna saper andare oltre. Ci sono altri campioni di vita che come me studiano, disabili che non hanno la visibilità che ho io. Io faccio questo per passione. Le barriere architettoniche mettono in condizione di far vivere. Cercate di prendere delle decisioni in quest’aula per far vivere le persone. Fate in modo che gli impianti sportivi siano fruibili a tutti e vissuti da tutta la popolazione“.

La seduta del consiglio comunale si è conclusa con le parole di Luca e i ringraziamenti agli sponsor che hanno permesso tutto ciò e a Luca Mangiatordi, fisioterapista, senza il quale “Le sue braccia non sarebbero così forti“. Grazie a loro ha avuto quel quid in più per andare avanti: “Quando vedevo gli atleti piangere non credevo fosse possibile, poi quando è successo a me ci sono cascato. Ascoltare l’inno di Italia, vincere una medaglia, è qualcosa di unico!

Le premiazioni finali lasciano spazio ai saluti di rito e ai prossimi appuntamenti che coinvolgeranno il campionissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: