LORUSSO: “ECCO L’ACCORDO PROGRAMMATICO”

Nota del candidato del centrodestra Luciano Lorusso che illustra il contenuto del documento programmatico sottoscritto assieme a Domenico Berardi, Biagio Mastrorilli e Santi Zizzo.

C’è una storia, una testa pensante, un percorso, un’anima dietro la volontà di un cittadino di accettare l’incarico di proporsi alla guida della città. La mia storia la conoscono tutti e se ho maturato la scelta di accettare questa sfida è perchè sento forte dentro di me la voglia di ridare a questa città un’anima vera, autentica, consentire ai ruvesi di avere una chance di cambiamento. Non contro qualcuno, ma per qualcosa di grande: Ruvo di Puglia. I toni sono stati troppo forti e abbiamo spesso perso la rotta da seguire. Adesso siamo qui, a pochi giorni dal verdetto. L’obiettivo da perseguire è quello di convincere le persone a tornare alle urne. Per un progetto nuovo, per una sfida avvincente, per una storia da scrivere: INSIEME. Godo di una coalizione fantastica che mi ha supportato e dato l’opportunità di giocarmi la partita del ballottaggio con dei risultati importanti alle spalle: unione del centrodestra salda anche nelle urne, squadra fantastica tra eletti e non che continua a lavorare al mio fianco.

Durante il percorso e sulla base di punti programmatici abbiamo incontrato la volontà di altri amici, di altre storie, di intersecarsi tra loro e dare vita a un’alleanza in nome di Ruvo di Puglia. Abbiamo allargato il perimetro del centrodestra con l’obiettivo di rafforzare il consenso e provare a trovare un’intesa a suon di programma con gli altri candidati alla carica di sindaco esclusi dal ballottaggio. Domenico Berardi, Biagio Mastrorilli e Santi Zizzo sono al nostro fianco sulla scorta dell’esperienza del governo centrale che per dare solidità alla nostra nazione ha fuso esperienze variegate in termini di appartenenza politica. Non un minestrone, non un inciucio, ma un gruppo di lavoratori e amanti della città che lavorerà duramente per il bene del paese. Mi avvarrò delle loro competenze e delle professionalità di loro tre nella realizzazione del programma.

Amiamo Ruvo e i ruvesi e non ci tireremo indietro dinanzi al volere dei cittadini di affidarci le chiavi della città. C’è molta, moltissima strada da fare. La faremo insieme. La passata amministrazione ha creato troppa distanza tra la politica e i cittadini. La colmeremo, passo dopo passo, per riscoprire l’orgoglio di essere ruvesi.

L’accordo programmatico verte attorno a dei temi comuni nei nostri programmi.

Commercio: Riorganizzazione del DUC (Distretto Urbano del Commercio) quale strumento operativo utile per intercettare nuove e più ampie forme di finanziamento e pianificare insieme agli operatori economici reali politiche di rilancio del commercio ed artigianato locali, nell’ambito delle linee programmatiche previste nel redigendo Piano Strategico del Commercio.

Cultura: Progettazione turistica culturale con il patrimonio artistico, musicale monumentale, paesaggistico e gastronomico per attirare investimenti e visitatori. Rilancio dell’azione cultura. Messa a punto delle azioni utili alla valorizzazione dei beni culturali ruvesi. Costituzione della Fondazione della Cultura, realizzazione della Casa della Musica. Definizione dell’intera programmazione annuale di tutti gli eventi culturali, musicali e teatrali con la regia del Comune e il pieno coinvolgimento della Pro Loco e del Comitato Feste Patronali.

Centro antico: mercato a km zero all’interno del centro antico. Galleria a cielo aperto. Revisione del RET e adozione del piano strategico del commercio che consenta di velocizzare la rinascita del nostro centro storico. Deroga sui regolamenti di igiene pubblica.

Programmare la medicina territoriale e medicina scolastica.

Politiche giovanili: destinare spazi pubblici ai giovani. Dare loro la dignità di poter vivere al meglio nella nostra città. Creazione dello Sportello Europa. Individuare spazi pubblici e locali da poter dare loro quali sede di organismi associativi. Costituzione della Consulta Giovanile e del Consiglio Comunale dei giovani.

Partecipazione: Consulte strutturate per agricoltura, Consulte imprese industriali e artigianali e commerciali, consulta per la transizione digitale ed ecologica. Sportello Europa, Sportello informa cittadini, Consigliere delegato di Calentano e zone rurali.

Burocrazia: velocizzare la macchina amministrativa e snellire le procedure per commercianti, artigiani e singoli cittadini. Snellire drasticamente le procedure burocratiche per gli imprenditori, commercianti, artigiani e singoli cittadini. Piena digitalizzazione degli uffici comunali.

Ambiente e Rifiuti: Riorganizzazione raccolta differenziata, istituzione di mini isole ecologiche di quartiere e riorganizzazione isola ecologica principale oggetto di finanziamento. Stipula contratto per gestione raccolta rifiuti. Comunità energetiche e transizioni ecologiche. La nostra amministrazione presterà notevole attenzione alla realizzazione di tali sistemi
di produzione di energia da fonti rinnovabili, fotovoltaico, solaretermico, eolicoemini, eolico, recupero acque meteoriche, cercando di sfruttare qualsiasi tipo di finanziamento mirato alla realizzazione di detti impianti o anche con mutui dedicati in quanto con una mirata attenzione alle strutture servite da detti impianti si potrebbe tranquillamente rientrare dal punto di vista economico in termini di risparmio energetico.

Decoro urbano: curare il proprio paese dedicandogli le stesse attenzioni che si riservano alla propria famiglia. Obiettivo dell’amministrazione sarà la redazione di un piano annuale e costante di realizzazione interventi manutentivi di strade, marciapiedi e pubblica illuminazione, insieme ad un costante e giornaliero controllo e verifica delle pulizie delle strade e delle aree verdi della città.

Urbanistica: Attenuare l’emergenza abitativa con la costituzione di un fondo finanziario a sostegno delle locazioni in favore di famiglie meno abbienti.
Inserimento zona F nel PUG. Verifiche dei vincoli posti alla zona industriale alle zone rurali.

Viabilità: Revisione totale del piano del traffico e drastica riduzione numero parcheggi a pagamento.

Sicurezza: E’ intenzione dell’amministrazione costituire un tavolo permanente sulla sicurezza integrata con il coinvolgimento istituzionalizzalo delle associazioni deputate per statuto alla sicurezza (associazione carabinieri, associazione polizia di stato, associazione bersaglieri, protezione civile, guardie campestri oltre che degli organismi istituzionalmente riconosciuti quali le guardie giurate, istituti di vigilanza privati ecc.) e con un’azione coordinata di più livelli di governo attraverso un costante confronto con tutte le forze dell’ordine presenti nel territorio e con un rapporto di collaborazione continuo con la Prefettura in coordinamento con il Comando di Polizia Municipale.
Distaccamento Polizia Locale a Calentano.

Brand: La città di Ruvo deve essere riconoscibile a livello provinciale, regionale, nazionale ed internazionale per il suo brand, le sue specificità.
Agricoltura: Istituzione Consulta dell’Agricoltura. Inserimento da capofila di Ruvo nel progetto della Banca dell’Olio. Zes agroalimentare, APPEA.
Sport: revisione totale degli accordi di gestione degli impianti sportivi. Dimezzamento tariffe per fruizione strutture sportive comunali.
Creazione del Museo dello Sport a Ruvo di Puglia. Creazione di spazi di programmazione sportiva da riservare a tutte le fasce d’età. lntenzione dell’amministrazione sarà quello di assicurare lo sport a tutti, anche supportando le associazioni sportive ad aderire a specifici progetti del dipartimento “Sport e Salute” del Ministero, ai programmi “lo Sport diTutti”.

Politiche sociali: Saranno previsti interventi finalizzali a sostenere le capacità genitoriali e a supportare le famiglie e i bambini in condizioni di vulnerabilità, per una vita autonoma e nelle proprie abitazioni delle persone anziane, in particolare non autosufficienti, interventi di rafforzamento dei servizi sociali attraverso un programma di coordinamento continuo di tutti gli assistenti sociali.

Disabilità: Massima attenzione sarà data anche alle persone con disabilità e alla costruzione di precisi percorsi volti a garantire la loro autonomia. L’idea è quella di creare canali facilitati anche da un punto di vista urbanistico autorizzatorio per garantire il rinnovo e I’adeguamento di spazi domestici in base alle esigenze specifiche dei disabili, anche in base alle vigenti normative Regionali e Nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: