Home Cultura LIVIO E PINO MINAFRA PROTAGONISTI IN AUSTRIA DEL RADIO JAZZ DAY

LIVIO E PINO MINAFRA PROTAGONISTI IN AUSTRIA DEL RADIO JAZZ DAY

1100

Giovedì 30 aprile e venerdì 1 maggio i due musicisti pugliesi saranno ospiti della manifestazione,
promossa da Radio Freequenns, che si terrà a Liezen per celebrare la Giornata internazionale del Jazz


Giovedì 30 aprile e venerdì 1 maggio i musicisti pugliesi Pino e Livio Minafra saranno tra i protagonisti del Radio Jazz Day di Liezen, in Austria. Promossa da Radio Freequenns e organizzata da Thomas Hein “Duracell”, per celebrare la quarta Giornata Internazionale del Jazz indetta dall’Unesco, la manifestazione propone 24 ore di tramissioni radiofoniche, concerti ed eventi che ospiteranno, tra gli altri, il cantante camerunense Gino Sitson, il vibrafonista austriaco Roland Neffe, il contrabbassista Ewald Oberleitner.

Livio Minafra si esibirà dalle 16 alle 17.30 in un concerto solo sull’Alpha Piano, un concentrato di tecnologia e stile, combinati in un mix equilibrato e convincente in cui tradizione e innovazione si incontrano. Dalle 20 appuntamento con un trio composto dai due Minafra e da Roland Neffe (vibrafono e marimba). Nel gran finale ai tre musicisti si aggiungeranno anche Gino Sitson, considerato l’unico musicista che riesca ad incorporare e amalgamare la tecnica polifonica africana con l’improvvisazione musicale legata al linguaggio jazz, e il contrabbassista austriaco Ewald Oberleitner, classe 1937, docente di jazz a Graz, ha suonato fra gli altri con Chet Baker, Antony Braxton, Dino Saluzzi, Paul Bley, Jonh Surman. Venerdì ultimo concerto con Father&Son che vedrà Livio e Pino improvvisare nella chiesa di Sankt Veit utilizzando l’organo presente in parrocchia. Tutte le info e il programma della manifestazione sono su www.jazzday.com e www.freequenns.at.

Pino Minafra, trombettista e compositore, direttore artistico del Talos Festival di Ruvo di Puglia, è docente di tromba presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Dopo l’esperienza con Vittorino Curci nell’Europa Festival Jazz di Noci (dal 1989 al 1993), nel 1990 fonda e dirige fino al 1997 la Italian Instabile Orchestra, tra le più importanti formazioni jazzistiche italiane, con la quale ottiene numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali. Ha al suo attivo centinaia di concerti nei festival jazz di tutto il mondo e circa 70 cd incisi per le più prestigiose etichette discografiche internazionali (Ecm, Enja, Soul Note, Leo Records, Victo, Raitrade, Il Manifesto, Compagnia Nuove Indie solo per citarne alcune) con numerosi progetti: Italian Instabile Orchestra meets Cecil Taylor; Italian Instabile Orchestra meets Anthony Braxton, la “Meridiana Multijazz Orchestra”; il “ Sud Ensemble”, la “MinAfric Orchestra”. Nel 1993, inoltre, sempre da un’idea di Pino Minafra, nasce Il progetto “La Banda” per cercare di salvare dall’oblio una grande tradizione musicale tipica del Sud Italia che ha prodotto un suono originale e unico al mondo. Il percorso trasversale fra “Tradizione e Innovazione” fatto dalla Banda di Ruvo di Puglia, ospite dei più importanti festival europei di jazz, musica classica e contemporanea – Londra (Queen Elisabeth Hall), Parigi, Donaueschingen, Monaco di Baviera, Saalfelden, Graz, Les Mans, Lille, Huddersfield, Kendal, Brighton, Basingstoke, Munster, Berlino e altri – ha pienamente dimostrato l’attualità e la freschezza di questo suono caldo, vivo e generoso, ancora tutto da esplorare oltre che proteggere. L’Unesco ha infatti riconosciuto il fenomeno delle Bande al Sud Italia come Patrimonio Immateriale Mondiale dell’Umanità.

Il trentaduenne Livio Minafra ha già suonato in tutti i continenti e ha al suo attivo numerose e importanti partecipazioni come pianista, compositore, arrangiatore e fisarmonicista (MinAfric Orchestra, Municipale Balcanica, Canto General, Bandervish con Radiodervish e la banda di Sannicandro per citarne alcune). In piano solo ha pubblicato “La dolcezza del Grido” (Leo Records, 2003) e “La fiamma e il cristallo” (Enja Records, 2008) mentre come leader del Livio Minafra 4et ha firmato “Surprise!!!” (Enja Records, 2011). Ha collaborato fra gli altri con Marko Markovic, Paolo Fresu, Bobby McFerrin, Jerry Gonzalez, Frank London, Mario Schiano, Sergej Kuryokhin, Paul Rutherford, Lucilla Galeazzi, Michele Lomuto, Daniele Sepe, Fakhraddin Gafarov, Darko Rundek, Keith e Julie Tippets, Louis Moholo. Ha inciso per le italiane Raitrade, Ed. Il Manifesto, Stradivarius, Cni, oltre che per la Enja (Germania), Leo Records (Uk), Ogun (Uk). È docente di Pianoforte Jazz al Conservatorio Corelli di Messina. Dal 2012 partecipa attivamente alla realizzazione del Talos Festival, diretto artisticamente dal padre Pino, istrionico trombettista e compositore.

Info
www.minafrasprod.com

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome