Leo: “La qualifica professionale diventa un percorso altamente qualificante e più vicino al mondo delle imprese”

“Con l’Accordo approvato ieri l’offerta dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) nelle Istituzioni scolastiche pugliesi è stata integralmente strutturata e potenziata: si tratta di una grande chance sia per i giovani che potranno acquisire competenze altamente professionalizzanti e più facilmente spendibili, sia per gli Istituti professionali che, con una didattica flessibile e più vicina al mondo delle imprese, potranno attrarre un maggior numero di studenti, soprattutto quelli a rischio dispersione. L’emergenza sanitaria impone però anche un intervento sulla situazione attuale. Stiamo procedendo, infatti, a semplificare, l’ammissione agli esami di qualifica professionale e il loro svolgimento per tutti gli alunni al terzo anno degli Enti di Formazione e degli Istituti Professionali. Le modalità tecniche di svolgimento, che stiamo definendo con un altro atto in deroga alle Linee Guida del 2015, si raccorderanno con quanto sarà disciplinato dal Ministero dell’Istruzione per gli Esami di Stato”

Con queste parole l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, commenta l’approvazione in Giunta, come  già riferito  con l’Agenzia  di informazione regionale Agierrefax, dell’Accordo per l’avvio dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) nelle Istituzioni Scolastiche pugliesi presso le quali sono attivi indirizzi di IP. Obiettivo generale dell’Accordo per l’avvio dei percorsi di IeFP è offrire agli studenti la possibilità di acquisire una qualifica professionale che dia garanzia di occupazione, prevedendo da un lato l’innalzamento della qualità dell’istruzione teorica e dall’altro l’acquisizione di competenze pratiche altamente specializzate, grazie anche a formatori qualificati e ad un più stretto contatto con il mondo del lavoro. “Sulla base di un percorso personalizzabile da ciascuna scuola – spiega l’assessore Leo – abbiamo previsto un maggior numero di ore dedicate alle attività di laboratorio, ai contenuti professionalizzanti e all’apprendimento in contesti lavorativi grazie ad un monte ore di stage da svolgere presso aziende, studi professionali o altre strutture che saranno finanziati dalla Regione con un contributo alle spese di trasporto, al tutor aziendale e altri sostegni. Questo consentirà al termine del percorso triennale di conseguire l’attestato di competenze e l’attestato di qualifica professionale, equivalente al III livello del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF), spendibile sul territorio nazionale ed europeo.”

Grazie al provvedimento di ieri tutta l’offerta dell’IeFp regionale è stata strutturata nel dettaglio, in attuazione dell’Accordo Regione/USR del 07/10/2019 che rinviava ad atti successivi la definizione degli aspetti strutturali. L’assessore Leo chiarisce i passaggi: “Sulla base dell’Accordo del 2019, a partire dall’anno scolastico 2020/21 l’offerta di IeFP può essere erogata dagli Istituti Professionali accreditati, costituendo dal primo anno classi separate. Ma in linea con la tradizione regionale che storicamente non riesce a formare classi distinte IeFP, abbiamo comunque garantito la possibilità a tutti gli studenti degli Istituti Professionali di conseguire una Qualifica o un Diploma di IeFP a patto di arricchire il percorso con attività integrative. Di qui la necessità di definire con l’accordo approvato ieri alcuni aspetti di dettaglio quali la quantificazione del monte, l’articolazione dei percorsi, la composizione qualitativa dell’organico docente e le attività integrative.”

Il provvedimento chiude, dunque, un lavoro tecnico e di analisi cominciato mesi fa grazie ad una collaborazione “osmotica” tra le due sezioni, Istruzione e Università e Formazione Professionale, e al contributo essenziale dell’Ufficio scolastico regionale, mentre sullo sfondo è proseguita una proficua interlocuzione con il Ministero dell’Istruzione. Tutte le novità saranno in vigore a partire dagli iscritti alle classi prime Iefp dell’anno scolastico 2020/2021. Per aiutare le scuole nella fase di avvio, sono stati semplificati tutti gli aspetti in un documento tecnico esplicativo (allegato all’Accordo) che ha l’obiettivo di chiarire puntualmente ciò che è cambiato e ciò che è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al passato. A breve saranno on line anche alcuni video riepilogativi (disponibili su di un canale youtube dedicato al mondo dell’IeFP in Puglia) per spiegare agli Istituti professionali i nuovi obblighi di comunicazione previsti dall’Accordo nonché tutte le novità nella strutturazione del monte ore e dell’attività integrative.

“L’IeFP resta un canale decisivo per contrastare la dispersione scolastica e favorire l’occupazione, ma non solo. Vogliamo che il percorso IeFp sia un percorso culturale innovativo sintonizzato sulle novità del mondo del lavoro: l’obiettivo ora è quello di trasformare il mondo dell’Istruzione e della Formazione Professionale in un sistema maturo e stabile, considerati la natura inclusiva dei percorsi, la qualità rispetto agli esiti e il gradimento dimostrato sia dai giovani che dal mondo del lavoro” ha concluso l’assessore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: