LE TESTIMONIANZE DEI VOLONTARI DELLA PUBBLICA ASSISTENZA RUVO SOCCORSO INTERVENUTI SUL LUOGO DELLA TRAGEDIA

Tanti piccoli angeli, tante piccole volontarie e spontanee presenze di tutti coloro i quali col cuore hanno deciso di intervenire sul luogo della tragedia. Altri gesti che hanno reso onore alla nostra Regione.

A nome della Pubblica Assistenza Ruvo Soccorso, parla Nico Rubini, Coordinatore della stessa associazone: “Mi sento in dovere di ringraziare tutti i colleghi della mia organizzazione, a cominciare dal Presidente Domenico Cassano, intervenuti sulla tragedia che purtroppo abbiamo vissuto”.

Riviviamo quelle frenetiche ore: “Mi sono recato sul posto dove già i miei colleghi erano al coordinamento delle varie esigenze. Per quel che concerne la Protezione Civile mi sento di dire che da uomo, volontario, soccorritore il nostro intento è quello di salvare e aiutare il prossimo. L’essere partecipe ad una emergenza del genere non significa “IO CI SONO STATO”, ma vuol dire ti ringrazio Signore per l’impegno che mi hai regalato e che grazie a te ora posso aiutare un fratello”!

Il Vice-coordinatore Francesco Di Virgilio già dal primo momento si è recato sul posto: “Eravamo in sede come ogni giorno quando all’improvviso squilla il telefono, una chiamata dalla Regione Puglia alle ore 11:30 che ci allertava dell’accaduto e di tenerci pronti per intervenire. Sin da subito i nostri  numeri utili sono stati presi d’assalto dalle tante chiamate di cittadini preoccupati impauriti per i propri familiari, amici a bordo del treno, che volevano avere informazioni. Giunti sul posto, lo scenario dinnanzi a noi era di una vera e propria TRAGEDIA. I vigili del fuoco erano all’opera sotto il caldo cocente e senza tregua continuavano a lavorare incessantemente. La gente piangeva, gridava. Si sentivano lamenti da ogni parte, un qualcosa di terribilmente indescrivibile. Noi abbiamo fatto il possibile e tutto quello che ci è stato detto di fare l’abbiamo fatto con il cuore rispettando il nostro impegno nel mondo del Sociale, ma sopratutto della collettività”.

Cosa rimane di questa tragica esperienza? “Da poche ore siamo rientrati lasciando sul posto ancora vigili del fuoco, operatori del 118 e tanti altri ancora con la speranza che non ci siano più vittime in mezzo a quel masso di lamiere. Con molto sconforto e dispiacere ci uniamo al dolore che ha colpito tutte le famiglie, ma sopratutto siamo vicini a quella del piccolo Antonio Summo, nostro concittadino che purtroppo non ce l’ha fatta. Restiamo a disposizione della comunità per i prossimi giorni come da sempre facciamo. Auguriamo e dedichiamo una preghiera a chi sta lavorando ancora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: