L’APPELLO DI ELEONORA MONACO: “METTETE IN SICUREZZA VIA SANDRO PERTINI”

Sandro Pertini è stato uno dei Presidenti della Repubblica più amati dagli italiani. Il suo ricordo conduce a giorni della politica italiana davvero differenti da quelli che si stanno consumando in queste giornate afose.

A Ruvo il suo nome è legato a un’arteria importante per il traffico cittadino. L’Estramurale Pertini collega la periferia al centro del paese. Torniamo sull’argomento legato ai lavori di riqualificazione e, nel caso specifico, sulla sicurezza che in questi lunghi mesi è mancata su quel tratto di strada. Esempi? Un paio di camion bloccati durante manovre per proseguire la propria marcia in direzione Corato provenendo dalla via vecchia di Bisceglie, alcune vetture coinvolte in incidenti causati dalla scarsa segnalazione degli spigoli di marciapiede che delimitano i nuovi parcheggi per le auto e la totale mancanza di segnalazione opportuna delle operazione di rifacimento del manto stradale che ha comportato parecchi rischi per gli automobilisti obbligati, ad esempio, a percorrere tratti di via Carlo Marx  a senso contrario, causando pericoli specie al curvone che riporta al centro cittadino.

Ieri è stata la volta del consigliere comunale Piero Paparella che sottolineava come ci fossero nuovi lavori su tratti di strada già asfaltati: “Ma qualcuno dovrà pur rispondere di questo scempio? Oppure è tutto normale? Inoltre con il caldo di oggi i mezzi cingolati al lavoro stanno rovinando tutta la sede stradale. Non c’è fine al peggio”, lo sfogo sui social.

Ma tornando all’aspetto legato alla sicurezza attuale dell’Estramurale Pertini, in attesa della segnaletica orizzontale e verticale che eviti rischi agli automobilisti, Eleonora Monaco, esponente ruvese di “Europa Verde” alle scorse amministrative, lancia un appello sui social che è giusto riprendere.
Il riferimento è al palo dell’illuminazione pubblica da un paio di mesi inclinato e con le mattonelle della pavimentazione stradale saltate, collocato nei pressi della rotatoria che conduce a Parco Levi. Il pericolo è evidente e, malgrado numerose segnalazioni, nessuno al momento ha fatto nulla: “Penso che siamo d’accordo sul fatto che è una situazione pericolosa. Bene, la telefonata per segnalare il pericolo l’ho fatta almeno due settimane fa alla Polizia Locale, spiegando che gli autobloccanti sollevati, sebbene messi lì da poco, dimostravano una dinamica in atto. Mi è stato detto che la ditta sarebbe intervenuta dopo due giorni (e già mi sembrava un’enormità) e che c’erano state altre segnalazioni. Ma niente. Pali inclinati, illuminazione inesistente per lunghi tratti.
Segnaletica temporanea di cantiere inesistente, quella orizzontale omessa. Attraversamenti pedonali inesistenti.Senza entrare nel merito tecnico di abomini che subiamo e pagheremo ( le opere pubbliche non sono i Lego)”.
Infine l’appello finale: “Senza alcun livore, Ferita nella mia intelligenza e anche in quella collettiva per l’ASSENZA di CURA e PREMURA non per le cose bensì per le persone, mi chiedo se tanta incuranza e negligenza siano così spavalde da giocare alla roulette russa con le nostre vite.P.S. con i conti risanati cosa impedisce di intervenire? Per eliminare un pericolo cosa impedisce di intervenire? METTETE IN SICUREZZA VIA SANDRO PERTINI”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: