L’AMMINISTRAZIONE CANDIDA AL PNRR PROGETTI DA NOVE MILIONI DI EURO PER LE SCUOLE PRIMARIE E DELL’INFANZIA

Due nuovi asili nido (uno in via Tenente Ippedico, all’interno di un polo per l’infanzia per il primo circolo didattico Giovanni Bovio – che accorperà in un’unica struttura i plessi delle scuole “G. Barile”, “C. Collodi” e “D. Cantatore” – e uno in via Nelson Mandela); l’ampliamento della scuola dell’infanzia “F. Rubini”, l’efficientamento energetico  e la rifunzionalizzazione, con l’allestimento di uno spazio mensa, della scuola dell’infanzia “C. Andersen” e nuove palestre per la “San Giovanni Bosco” e la “B. Marniti”.

Valgono in tutto quasi nove milioni di euro i progetti con cui l’Amministrazione ha risposto agli avvisi pubblicati nell’ambito del PNRR dal Ministero della Pubblica Istruzione per “asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia e del piano per le infrastrutture per lo sport nelle scuole”.

Un investimento massiccio sull’edilizia scolastica, sull’educazione e sulla formazione delle bambine e dei bambini ruvesi; un disegno complessivo articolato e pensato per servire la città in modo omogeneo e bilanciato.

Questo lo schema degli interventi candidati con il relativo piano dei costi:

  • Realizzazione del polo d’infanzia primo circolo didattico “Giovanni Bovio”: importo di € 5.225.213.
  • Ampliamento dell’edificio scolastico destinato a scuola dell’infanzia “F. Rubini” sito in via Ignazio Silone: importo di € 199.150.
  • Interventi di rifunzionalizzazione, miglioramento della fruibilità ed efficientamento energetico della scuola dell’infanzia “C. Andersen” dell’importo di € 773.248
  • Demolizione e ricostruzione della palestra plesso scolastico “S.G. Bosco” in Corso A. Jatta: importo di € 516.355.
  • Nuova costruzione della palestra plesso scolastico “B. Marniti” in via Dell’Aquila: importo di € 637.312.
  • Nuovo asilo nido in via Nelson Mandela: Importo di € 1.490.000.

“La scuola – ha detto il sindaco Pasquale Chieco – è da sempre in cima alle nostre priorità.

Noi pensiamo che la scuola e l’istruzione siano gli unici strumenti in grado di creare emancipazione sociale, cittadinanza consapevole, occasioni di crescita personale e collettiva, soluzioni ai problemi di fragilità economica. Già nella passata consiliatura pressoché tutte le scuole comunali sono state oggetto di interventi di miglioramento; ora grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza abbiamo la possibilità di potenziare ulteriormente il sistema scolastico cittadino.

Abbiamo dedicato grande attenzione soprattutto ai più piccoli e alle loro famiglie, con progetti, in alcuni casi anche radicali, che se approvati renderanno le nostre scuole migliori, più sicure e più efficienti.

In particolare era davvero imperdibile per noi la possibilità di costruire nuovi asili nido, visto che i posti nel nostro unico asilo comunale sono ormai troppo pochi rispetto alle esigenze delle famiglie ruvesi con ricadute non indifferenti sul contesto sociale ed economico cittadino.”

“I bandi del PNRR – ha detto l’assessore all’Ambiente e al Territorio, con delega ai Lavori Pubblici, Antonio Mazzone – hanno imposto tempi di reazione strettissimi, richiedendo un importante impegno degli Uffici e del personale coinvolto nelle fasi della presentazione delle candidature, a partire dall’analisi dei bandi; desidero ringraziare in particolare l’Area 8 del nostro Ente, impegnata nella progettazione tecnica degli interventi, per aver saputo completare in brevissimo tempo tutta la documentazione necessaria.

Nel merito abbiamo presentato progetti che parlano di sostenibilità perché prevedendo efficientamenti energetici che consentiranno un importante risparmio energetico e abbiamo prestato attenzione alla salute e alla consapevolezza ambientale puntando sul controllo della qualità dell’aria all’interno delle aule e sulla gestione dei ricambi d’aria, in particolare negli interventi di nuova realizzazione, provando a fare tesoro della lezione che la pandemia da Covid-19 ci ha lasciato.

Abbiamo cercato di migliorare la socialità con la costruzione di nuove palestre scolastiche e di spazi mensa; abbiamo voluto aiutare le famiglie con nuovi asili nido per sostenere la domanda attuale e futura di servizi, coprendo le aree della città ancora sguarnite anche per migliorare la conciliazione dei tempi lavoro-famiglia.

Elementi che, tutti insieme, compongono l’idea di futuro che abbiamo in mente per la nostra città”.

“Di particolare importanza per noi – ha detto l’assessora alle Politiche di Comunità Monica Filograno – sono gli interventi sugli asili: il nostro nido comunale da tempo non riesce più a soddisfare il bisogno della città e le liste d’attesa sono sempre molto lunghe. Il nostro obiettivo è quello di potenziare i servizi soprattutto per aiutare le famiglie a conciliare le esigenze della genitorialità con quelle lavorative e per attivare il prima possibile i processi di scolarizzazione.

Inoltre, se avremo la possibilità di realizzare nuove palestre scolastiche, oltre a migliorare la qualità della pratica sportiva nelle scuole avremo ulteriori spazi da mettere a disposizione delle associazioni sportive cittadine che lavorano con l’infanzia e l’adolescenza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: