L'ALBUM DEI RICORDI DEL 2016 – DICEMBRE – IL NATALE DEI RUVESI

“7660 NO, 4973 Sì”: è il responso delle urne in merito al referendum del 4 dicembre. Esultano le forze che hanno sostenuto il “no” al referendum costituzionale.

Le iniziative di “Luci e suoni d’Artista” tengono banco agli inizi del mese di dicembre. La manifestazione finanziata dalla Regione Puglia e promossa dall’Assessorato alla Cultura viene gravata di responsabilità. Il risultato è un polverone di polemiche che, però, ha il pregio di far risvegliare la città. Dalla barca, ai gabbiani, agli strumenti musicali, fino a ciascuna opera certosina dei commercianti per allestire il proprio negozio. Ruvo di Puglia vive delle iniziative delle varie associazioni che sfruttano l’ondata positiva e la spinta dell’amministrazione per regalarsi trentuno giorni di grandi eventi.

Dai concerti alla musica in Piazza a quella sul ring in occasione del Capodanno, al Pianoforte in Piazza e nel centro storico.

C’è chi difende il presepe, dislocato nel centro antico, altri, invece, apprezzano tutto quello che è stato creato. Mercatini di Natale e altre iniziative fanno rivivere il cuore della città.

L’albero di Cedro di Piazza Bovio, parato a festa dallo Juventus Club “A. Fortunato”, diviene un simbolo di questa città.

La notizia dell’uccisione degli animali del presepe, ributta nell’oblio la città. La tristezza dilaga, ma il ricollocare gli animali nel presepe è un segnale forte per dire no alla violenza.

La scuola è un diritto, non una possibilità” è uno degli slogan che riassume al meglio quello che stanno vivendo gli studenti dell’Itset “P.A.M. Tannoia” in attesa di “collocazione”.
Già, perchè dopo i sigilli alla sede distaccata di Ruvo di Puglia dell’istituto tecnico, posti dalla città metropolitana, centinaia di studenti cercano di conoscere il proprio futuro.
Studenti e docenti sono lì, al di fuori di quella porta chiusa, a difendere il proprio diritto all’istruzione e a capire di come poter continuare l’anno scolastico.
“La scuola Barcolla ma lo studente non molla #tannoiabigfamily”, e ancora, “Scrivi scuola, leggi futuro”, slogan quanto mai veri, di ragazzi e ragazze feriti da quello che è accaduto. Perchè al di là di tutto ad averci rimesso sono proprio loro.
L’Itset è un patrimonio di questa città e va tutelato, non possiamo correre il rischio di perdere la sede distaccata. Dalle notizie che trapelano sembra sempre più probabile che alcune classi vengano trasferite nella sede di Corato. Il sindaco si mobilita, viene convocato un consiglio comunale monotematico il 22 dicembre, ma all’orizzonte nessuna decisione è stata attuata: cosa accadrà il 9 gennaio?

Il 30 dicembre è il giorno del Gran Galà giunto alla dodicesima edizione: Luca Mazzone e Nicola Amenduni sono gli ospiti della serata ideata e organizzata dal duo Michele e Rocco Pellicani, dello Juventus Club “A. Fortunato”, con l’ausilio dell’Ascom Confcommercio e del Comune di Ruvo di Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: