Attualità

LA SITUAZIONE SULLE STRADE PROVINCIALI. DIFFICOLTA’ PER ALCUNE MASSERIE

Il 70% della viabilità dell’area metropolitana di Bari è interessato da criticità dovute a neve e ghiaccio.  Per far fronte ai disagi provocati dal maltempo da due giorni è operativo presso la Prefettura di Bari, in contatto con le altre cinque prefetture pugliesi, il Cov (Comitato operativo per la viabilità), presieduto dal prefetto Marilisa Magno e al quale partecipano referenti di 118, Società Autostrade, Carabinieri, Rangers, Protezione Civile, Polizia Stradale, Città Metropolitana, Polizia Municipale, Comune di Bari, Questura, Gdf, Anas e Vigili del Fuoco.

Sono numerose le segnalazioni giunte che indicano le enormi difficoltà a raggiungere alcune masserie in territorio rubastino.

Nella notte a Bari tre senza fissa dimora sono stati soccorsi per il freddo e accompagnati in strutture di accoglienza, un’ambulanza con un infartuato a bordo, bloccata dalla neve, è stata scortata da Altamura all’ospedale Miulli e una donna incinta è stata portata da Gravina in Puglia all’ospedale Di Venere di Bari.
La situazione, nonostante le criticità, è sotto controllo, con mezzi spargisale e spazzaneve al lavoro su tutte le strade ma il monitoraggio è costante anche in vista del possibile ulteriore calo delle temperature. I maggiori interventi fino ad ora hanno riguardato automobilisti e autotrasportatori sulle provinciali della Murgia barese, nei territori di Altamura, Corato, Acquaviva delle Fonti, Ruvo, Santeramo, Poggiorsini e Terlizzi, dove si sono formate anche grosse lastre di ghiaccio. Questa mattina un tir con rimorchio è finito di traverso sulla provinciale per Sammichele.
“Le criticità maggiori – ha spiegato il prefetto Magno – sono dovute ai mezzi pesanti che continuano a circolare nonostante il divieto, in alcuni casi sprovvisti delle dotazioni di neve”.
In Salento sono stati temporaneamente chiusi e comunque con traffico estremamente rallentato alcuni tratti della tangenziale est di Lecce, tra Lizzanello e Cavallino, della Statale 6 brindisina tra Mesagne e Francavilla e della Statale 16 tra Lecce e Maglie. Ben 600 volontari della Protezione civile regionale stanno collaborando con le sei prefetture pugliesi e con i Comuni per intervenire in caso di necessità.
Per le avverse condizioni meteo resteranno chiusi oggi e domani anche alcuni musei: in provincia di Bari la Galleria Nazionale di Bitonto, Palazzo Sinesi a Canosa, il Museo Nazionale Archeologico di Gioia, il Parco Archeologico di Monte Sannace, il Museo Archeologico Jatta di Ruvo, il Museo Archeologico di Altamura, nella Bat l’Antiquarium e il Parco Archeologico di Canne, il Castello Svevo di Trani, Castel Del Monte, in provincia di Brindisi il Museo Archeologico di Egnazia, nel Leccese il Castello Angioino di Copertino, nel Foggiano il Museo Archeologico di Manfredonia e il Parco Archeologico di Siponto.
Le temperature rigide hanno indotto alcuni Comuni pugliesi, tra i quali Bari e Brindisi, a riaccendere i caloriferi delle scuole prima della ripresa dell’attività scolastica.

(ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi