La resistenza poetica del Liceo Tedone

L’appassionata assemblea di Istituto  per condannare la guerra e accogliere le studentesse e gli studenti ucraini

“Chi ha fatto il turno di notte per impedire l’arresto del cuore del mondo? Noi, i poeti.” Scriveva Izet Sarajlic, poeta bosniaco del secondo Novecento. Nell’assedio della Sarajevo degli anni 90, i cittadini si recavano alle serate di poesia nel buio di una città sotto assedio. Sperimentavano che in una guerra solo i versi sono capaci di sfiancare un assedio. E in questo tempo sospeso che ci coglie impreparati, increduli e incapaci di risposte, tra una pandemia che ancora ci perseguita e una guerra atroce nel cuore dell’Europa, le studentesse e gli studenti del laboratorio di lettura Al Tedone con l’autore, guidati dalla prof.ssa Rosanna Pellegrini, provano a trovare risposte nella fibra resiliente della poesia, affidando ad una staffetta poetica la condanna della guerra e della violenza, il loro canto di pace, la loro voce per tenersi compagnia in questo embargo sociale combattuto grazie alla poesia che diviene ricerca del sé e degli altri, esigenza di parole fino ad oggi non dette.

Nello stesso pomeriggio del 21 marzo, per celebrare la  giornata mondiale della poesia gli studenti delle classi 1^F, 2^F , 5^F, 2^I, 3^E, 4^C, 4^L ,  guidati dai proff. Stefania Ventura e Aldo De Palma, tracciavano solchi di speranza affiggendo versi e parole sulle porte delle aule, lungo le scale e le pareti della scuola. Piantavano versi di Hikmet, Sbarbaro, Becquert, Machado, Neruda, Szymborska, Lorca, misurandosi con la bellezza e il dolore, scoprendo che la poesia è nell’inchiostro della penna di un poeta come nel cuore di un ragazzo che per la prima volta si è sentito tale avvertendo il brivido della vita scorrergli sulla pelle.

Ma il 21 marzo è anche la giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime delle mafie, per questo il prof. Corrado De Benedittis, sindaco di Corato  ed ex docente di storia e filosofia al Liceo,  ospite dell’assemblea di Istituto per una lezione sulle cause della guerra in Ucraina ha ricordato alle studentesse e agli studenti le  parole infuocate di Don Ciotti, traboccanti di pathos e di speranza “Il coraggio non è eroismo, ma responsabilità, denuncia, verità” esortandoli all’impegno civile e alla biopolitica di Foucalut, senza cadere nella logica del nemico e della guerra ma, piuttosto coltivando la pace, la non violenza, il confronto, la relazione e l’apertura all’altro.

E pronti ad aprirsi e ad accogliere l’altro si sono mostrati i liceali tedoniani verso i loro coetanei ucraini, Mariia, Zlata, Marsel’ e Oskar, provenienti da CharKiv e e prossimi studenti del Tedone. Commossi e pieni di gratitudine i giovani ucraini hanno salutato i loro compagni, grazie alla mediazione linguistica della prof.ssa Ursi, per poi parlarsi con un esperanto di sorrisi e di amore in un dialogo emotivo autentico e profondo. L’assemblea degli studenti si è colorata di speranza e  ha ricordato la marcia della pace promossa qualche giorno fa dal Comune di Ruvo in cui le nostre ragazze e i nostri ragazzi hanno imbracciato le bandiere della pace, hanno dipinto i volti di blu e giallo ed hanno tenuto per mano i loro coetanei ucraini ai quali la guerra di Putin sta negando, oltre alla violenza sui civili, il diritto allo studio. Un atto di fratellanza e di rivendicazione dei valori di umanità. Una manifestazione silenziosa che porta con sé il dolore dei morti, fra cui tanti ragazzi che si sono ritrovati a camminare nei libri di storia tra le pagine delle cronache dei conflitti europei delle guerre mondiali.

Gli occhi dei nostri studenti, i loro gesti,  le loro parole ci hanno donato una grande coscienza civile e un senso profondo di solidarietà e di pace e ci hanno insegnato che la poesia, l’apertura verso l’altro e la non violenza non solo possono salvare questo mondo, ma anche rovesciarlo.

Prof.ssa Rosanna Pellegrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: